Guardiola dubbioso sull'impiego di Eto'o

guardiola

Eravamo rimasti a quelle poche e ferme parole di Pep Guardiola nel giorno della sua presentazione come neo tecnico del Barça nei confronti di 3 giocatori blaugrana: Deco, Ronaldinho ed Eto'o. I primi due hanno preso strade differenti, mentre Samuel Eto'o è rimasto nel gruppo Barça, anche se non è stata scritta ancora la parola "fine" a questo tormentone estivo.

I problemi per Pep Guardiola aumentano giorno dopo giorno, visto che il preliminare di Champions è alle porte e visto che non potrà contare su Leo Messi, l'uomo più in forma del momento, lasciato a Pechino per aiutare la sua Seleccion a vincere la medaglia d'oro.

L'attacco blaugrana che dovrebbe scendere in campo contro il Wisla Cracovia sarà composto da Henry e Bojan, anche se il dubbio maggiore riguarda Samuel Eto'o. Il camerunense è apparso in buone condizioni fisiche, lo si vede determinato e voglioso di dimostrare il suo valore. Questo Pep lo sa bene e per questo ha iniziato a trattare il calciatore non solo come un elemento del gruppo, ma come un vero Crack, come all'epoca di Rijkaard. In più, compagni di squadra si sono schierati dalla parte del n 9, consci che con il vero Eto'o questo Barça possa ritornare quella "macchina da goal" che tanto aveva impressionato in passato.

Inserire Eto'o nella lista dei convocati al Preliminare di mercoledì 14 agosto signiferebbe in pratica confermare il giocatore per la prossima stagione, visto che un suo impiego pregiudicherebbe la possibilità di giocare la massima competizione con un'altra squadra; Guardiola però non vuole sentire parlare di questo "doppio gioco" ed ha dichiarato che "utilizzerà Eto'o solo se sarà conveniente per la squadra".

La scelta da compiere risulta essere una delle più ardue perchè potrebbe indirizzare tutta la prossima stagione dei blaugrana ed anche dello stesso attaccante camerunense.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: