Un'ottima Lazio beffata solo allo scadere ad Anfield. Rossi soddisfatto


Ci è voluto un gol di Voronin nel terzo dei quattro minuti di recupero concessi dal direttore di gara, per piegare una Lazio ben messa in campo e mai doma, nella sfida disputata ieri ad Anfield tra gli uomini di Rossi e i padroni di casa del Liverpool. I biancocelesti hanno destato nel complesso un'ottima impressione, che fa ben sperare in vista della nuova stagione ormai alle porte.

Nel primo tempo predominio territoriale dei Reds, vicini al gol in almeno un paio di occasioni con la coppia Torres-Keane che fa tremare la difesa dei capitolini. Ma il nuovo acquisto Carrizo si dimostra un portiere di livello internazionale e riesce a mantenere inviolata la sua porta. Tra gli inglesi prima frazione straordinaria per l'ex Udinese, Dossena, motorino inesauribile sulla fascia sinistra.

Nella ripresa la Lazio viene fuori e, complice anche l'ingresso di uno Zarate subito in palla, sfiora il gol con Makinwa e Foggia. Nel finale Rossi fa esordire alcuni giovani della Primavera e proprio in pieno recupero arriva la beffa, con Voronin che approfitta di un errato piazzamento del giovane Faraoni e insacca di destro.

Ma c'è ancora tempo per un'emozione prima del triplice fischio finale: sul capovolgimento di fronte i romani trovano il pareggio immediato con un colpo di testa di Mendicino su punizione dalla destra, rete però annullata dall'arbitro per un fuorigioco apparso molto dubbio.

Al termine dell'incontro il tecnico dei biancocelesti ha mostrato grande soddisfazione per la prestazione dei suoi, dichiarando alla stampa:

Ero curioso di vedere la squadra di fronte ad un avversario di livel­lo come il Liverpool. Noi siamo indietro di 20-25 giorni rispetto agli inglesi, che tra una settimana cominceranno in campionato e nei preliminari di Champions. Ci tenevo, an­che perché era la prima volta che i miei gio­catori restavano in campo per più di cin­quanta minuti. Hanno saputo soffrire e gio­care. Mi è piaciuto lo spirito della Lazio. Peccato per quel gol nel finale. Però mi sem­brava giusto dare una soddisfazione a tutti i ragazzini e farli entrare. Hanno sudato tan­to in ritiro, si sono comportati bene. E maga­ri non gli ricapiterà più di giocare ad Anfield.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: