Preliminari Champions Legue: Mutu e Gilardino mettono al tappeto lo Sparta

Mutu e Gilardino stendono lo Sparta

E' solo il primo tempo. Un buon primo tempo, come tiene a sottolineare a fine partita Cesare Prandelli. Ma meglio di così, la Fiorentina non poteva certo cominciare. La partita attesa una vita, quella che potrebbe proiettare i Viola in Champions League. L'andata dei Preliminare della massima competizione europea si chiude con il risultato perfetto: Fiorentina-Slavia Praga 2-0.

Risultato che esprime chiaramente quanto avvenuto in campo, con i toscani padroni assoluti del campo e del gioco, in vantaggio subito, al terzo minuto, grazie alla prodezza balistica di Adrian Mutu su calcio di punizione. Alla faccia di chi dice che il romeno è stato costretto a rimanere a Firenze, quando in realtà sognava la Roma.

Il 4-3-3 di Prandelli, abbatte il muro eretto dalla formazione della Repubblica Ceca, scesa in Italia, dichiaratamente per non prenderle, ma senza alcuna velleità offensiva. I padroni di casa sfiorano più volte il raddoppio che arriva al 13esimo del secondo tempo, con l'ex milanista Alberto Gilardino, caparbio a insaccare di testa, sul filo del fuorigioco. Conto chiuso.

E proprio Gilardino è un nome da circoletto rosso. Aveva già segnato all'esordio assoluto con i nuovi colori e lo fa di nuovo questa sera, quando c'è una posta in palio pesante, all'esordio ufficiale. Potete scommeterci: in molti, dalle parti del Duomo, lo rimpiangeranno.

In scioltezza il finale della Fiorentina, che cerca il terzo goal che metterebbe al riparo da improbabili rovesci nel ritorno ma, allo stesso tempo, sta attenta ad evitare spiacevoli e immeritate sorprese dell'ultimo secondo.

Non è finita, è vero. Bisogna mantenere alta la concentrazione e mai sottovalutare l'avversario, ma non si può negare, che da questa sera, la musica introduttiva della Coppa dalle grandi orecchie, conincia ad essere più familiare, per una società che, non dimentichiamolo, per prima tra le formazioni italiane, è stata capace di raggiungere la finale nel lontanissimo 1957.

Tabellino
Fiorentina (4-3-3): Frey; Zauri, Kroldrup, Dainelli, Vargas (19' st Almiron); Kuzmanovic, Felipe, Gobbi; Santana, Gilardino (32' st Pazzini), Mutu (32' st Osvaldo). A disp. Storari, Pasqual, Donadel, Jovetic. All. Prandelli
Slavia Praga (4-4-2): Vaniak; Suchy, Latka, Brabec, Hubacek; Janda (30' st Krajcik), Jarolim (16' st Necid), Tavares, Svento; Gebre Selassie (8' st Belaid), Senkerik. A disp. Divis, Jablonski, Toleski, Cerny. All. Jarolim
Arbitro: Webb (Ing)
Marcatori: 3' pt Mutu (F), 13' st Gilardino
Ammoniti: Belaid (S)

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: