Olimpiadi: Italia - Camerun 0-0, Azzurri primi

Italia-Camerun 0-0

Gli Azzurrini, già qualificati, scendono in campo per l'ultimo incontro del Gruppo D per il primo posto nel girone che scongiurerebbe l'incrocio con il Brasile di Ronaldinho. Dopo il forfait di Rocchi che ha hatto infuriare Lotito e di Marchisio, il CT Casiraghi presenta il tridente Rossi-Giovinco-Acquafresca con i neo-arrivati Russotto e Candreva in panchina.

Basta un punto per la leadership del girone. E l'Italia sembra iniziare con il piglio giusto anche se, gli attacchi vengono costantemente frustrati dal guardialinee che, in più occasioni, ferma l'attaccante cagliaritano in fuorigioco. Poi, inaspettatamente, al 15esimo, l'arbitro uruguaiano Vasquez, fischia un calcio di rigore per il Camerun, per un fallo di mano (dubbio) di Bocchetti che viene anche ammonito.

Potrebbe essere la svolta della gara ma, Viviano in tuffo respinge la conclusione dagli undici metri di Chedjou. Nulla di fatto: sempre 0-0. Ma la svolta arriva comunque intorno alla mezzora, quando l'insufficiente Direttore di Gara, tira fuori il cartellino rosso per espellere scandalosamente Mandjeck, entrato sì a gamba tesa su Nocerino ma, meritevole tutt'al più di un'ammonizione. Tre minuti prima, negato un penalty all'Italia per un clamoros atterramento in area di Giovinco da parte del portiere Tignyemb.

Africani fallosi che picchiano spesso per fermare le offensive azzurre: prima Bikey apre il labbro ad Acquafresca con una gomitata poi, Bebey rifila una ginocchiata a Giuseppe Rossi, e viene ammonito.

Il secondo tempo si gioca sotto il segno della noia, sottolineata anche da alcuni fischi da parte degli spettatori. L'Italia non riesce a sfruttare la superiorità numerica mentre il Camerun pare accontentarsi del pareggio che li manda dritti dritti in bocca al Brasile.

Finisce 0-0 tra due squadre che non hanno voluto farsi male ed hanno sacrificato sull'altare del pragmatismo e della classifica, lo spettacolo. Il pubblico non ha gradito, sottolineando la chisura dell'incontro con una raffica di fischi. Ma l'Italia è qualificata. Ed è ciò che più conta.


CAMERUN-ITALIA 0-0
CAMERUN (4-4-2): Tignyemb; Bebey, Enam, Bikey, Ghomsi; Mandjeck, Song, Mbia, Chedjou (67' Songoo); Bekamenga (75' Olle), Ngal (55' Bebbe). A disposizione: Mayebi, Mboua, Nkoulou, Baning. All: Ndtoungou
ITALIA (4-3-2-1): Viviano; De Silvestri, Coda, Bocchetti, De Ceglie; Dessena (59' Cigarini), Nocerino, Montolivo; Rossi, Giovinco (86' Candreva); Acquafresca (70' Abate). A disposizione: Consigli, Motta, Criscito, Russotto. All: Casiraghi
Arbitro: Vazquez (Uruguay)
Ammoniti: Bocchetti (Ita), Nocerino (Ita), Bebey (Cam)
Espulsi: Mandjeck (Cam) 31'

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: