Barça e A.Madrid, scatta l’ora della Champions

Entrambe le squadre non possono permettersi di fallire questo importantissimo obiettivo perché un passo falso in questa cruciale gara d’andata dei Preliminari di Champions League potrebbe provocare un effetto a catena su tutta la prossima stagione calcistica. Siamo solo a metà agosto, ma in questi casi il calendario non conta quando ci si appresta a



Entrambe le squadre non possono permettersi di fallire questo importantissimo obiettivo perché un passo falso in questa cruciale gara d’andata dei Preliminari di Champions League potrebbe provocare un effetto a catena su tutta la prossima stagione calcistica. Siamo solo a metà agosto, ma in questi casi il calendario non conta quando ci si appresta a giocare la partecipazione alla massima competizione europea; non è solo una questione economica, anche se l’aspetto finanziario conta moltissimo per le casse dei Club, ma anche e soprattutto una questione di prestigio. Le squadre spagnole impegnate in questo “dentro o fuori” senza appello sono Barcellona ed Atletico Madrid, due formazioni almeno sulla carta in grado di superare i rispettivi avversari.

Dovrà sudare e non poco l’ Atletico Madrid visto che l’avversario che incontreranno questa sera risponde al nome di Shalke 04, squadra solida che l’anno scorso in Champions ha messo a tratti in difficoltà proprio i catalani nell’andata dei quarti di finale. I tedeschi inizieranno la Bundesliga proprio questo fine settimana ed inevitabilmente la condizione atletica sarà superiore agli spagnoli, anche se di poco. In questi casi, però, anche una lieve differenza potrebbe risultare decisiva ai fini del passaggio del turno.

L’obiettivo principale del tecnico Aguirre è quello di portare a casa almeno un pareggio da Gelsenkirchen per poi giocarsi il tutto per tutto in casa tra due settimane col supporto dei tifosi biancorossi. I colchoneros si sono rinforzati rispetto all’anno scorso e anche se non potranno contare sulla loro stella Aguero impegnato nelle Olimpiadi, potranno sicuramente affidarsi all’esperienza di Ujfalusi ed Heitinga, oltre al consolidato centravanti Forlan.

In casa blaugrana ci si giocherà il Preliminare contro il Wisla Cracovia con la certezza che Samuel Eto’o rimarrà almeno per un anno nella Ciudad Condal, visto che il tecnico Guardiola ha dichiarato alla stampa la sua intenzione di puntare sul camerunense apparso motivato ed in gran forma. Con Eto’o, ma senza Leo Messi, il Barça proverà ad imporsi al Camp Nou cercando di ottenere il miglior risultato possibile per non rischiare di doversi giocare la qualificazione in Polonia tra due settimane.

I punti di forza dei polacchi saranno però proprio la grande motivazione e l’entusiasmo con cui stanno vivendo queste ore gloriose; aspirano senza ombra di dubbio a mettere in difficoltà una squadra blasonata come il Barça e tenteranno di tenere alto il nome della propria società. Gli uomini di Guardiola ritornano a giocare al Camp Nou dopo la deludente stagione 2007/08 con molte novità in organico e con la consapevolezza di voler partire con il piede giusto nella prima gara ufficiale della stagione.

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →