Robinho deciso a lasciare il Real Madrid

Da beniamino del Bernabeu, ai tira e molla con la società. Così è cambiato nel giro di pochi mesi il rapporto tra Robinho ed il Real Madrid. Non sono giorni facili quelli che stanno vivendo entrambe le parti a pochissime ore dalla prima partita ufficiale della stagione. Il brasiliano da tempo è nel mirino del

Da beniamino del Bernabeu, ai tira e molla con la società. Così è cambiato nel giro di pochi mesi il rapporto tra Robinho ed il Real Madrid. Non sono giorni facili quelli che stanno vivendo entrambe le parti a pochissime ore dalla prima partita ufficiale della stagione.

Il brasiliano da tempo è nel mirino del Chelsea di Scolari e anche se l’allenatore del Blues tenta di rimanere fuori dall’argomento mercato, è ormai risaputo da più parti che gradirebbe e non poco l’approdo di Robinho a Londra.

Il Real Madrid non vuole assolutamente cedere uno dei giocatori più tecnici ed importanti della rosa, soprattutto dopo aver perso Cristiano Ronaldo ed aver venduto Julio Baptista alla Roma. Non se lo possono permettere le merengues, non vuole Calderon in prima persona e si sa che l’opinione del Presidente conta più di tutte; i tifosi si sentirebbero presi in giro per l’ennesima volta dopo le promesse (non mantenute) sull’arrivo di Kakà e del n 7 del Manchester United.

Il giocatore però si sente fuori dal progetto Madrid e ha deciso di giocarsi il tutto per tutto in questi 15 giorni scarsi di mercato estivo. Il quotidiano Marca svela che l’attaccante brasiliano soffre di depressione e che questa malattia non gli permette di dormire la notte, aspetto fondamentale per la vita di un atleta. Non è escluso che Robinho si neghi a partire questa sera con la squadra per Valencia, nonostante le intenzioni di Schuster di inserirlo nella lista dei convocati.

Se il n 10 decidesse di non rispettare la scelta del tecnico, la dirigenza madridista si troverebbe di fronte ad un bivio: multare il giocatore oppure cedere alle pressioni dello stesso ed intavolare una trattativa con il Chelsea.
A prescindere dalle intenzioni del Club, Robinho sta meditando di convocare una conferenza stampa per spiegare i retroscena di questa intricata vicenda e per ribadire davanti a tutti la sua voglia di cambiare squadra. Un incontro con i giornalisti era già stato fissato dall’ufficio stampa per ieri pomeriggio, ma il giocatore ha annullato il tutto.

Le prossime ore saranno decisive per capire se potrà rientrare o meno il “caso Robinho”.