Zenit-Milan 2-3 | Telecronache di Crudeli, Pellegatti e Repice | Video

Zenit San Pietroburgo-Milan 2-3 commentata in diretta da Tizian Crudeli e Carlo Pellegatti, telecronisti tifosi dei rossoneri e da Francesco Repice, radiocronista della Rai.

di antonio

Il Milan raccoglie tre punti fondamentali a San Pietroburgo e piuttosto insperati alla vigilia. E’ stata una partita ricca di colpi di scena quella tra i rossoneri e la squadra di Spalletti (a proposito: zero punti nelle prime uscite in Champions League, il tecnico italiano rischia?) in cui ha dominato l’incertezza fino all’autorete di Hobocan che ha premiato la gara coraggiosa del Milan. Ma è stata soprattutto la partita dello straordinario gol di Stephan El Sharaawy. Allegri, dopo giorni difficili, appare più rilassato a fine gara:

“E’ stata una bella vittoria ma questo girone si risolverà all’ultima giornata. Abbiamo fatto bene nei primi venti minuti poi siamo stati penalizzati dal cambio di gioco dello Zenit. Però non abbiamo smesso di giocare e, nonostante aver incassato due gol tra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo, siamo stati ordinati, cercando sempre la vittoria. Nel finale c’é stata la bagarre, ma era giusto fare così. L’ingresso di Yepes? Mancavano pochi minuti, eravamo in vantaggio e dovevamo fare densita’ in mezzo alla difesa. Non riuscivamo a chiudere la partita e Mario ci ha dato una mano: i ragazzi hanno difeso nel migliore dei modi. Abbiati? Ha fatto grandi parate, nel primo e nel secondo tempo. E’ un grande portiere, in questi due anni e mezzo che sono al Milan ha dimostrato tutto il suo valore. Sbagliare capita a tutti, solo che l’errore di un portiere ha piu’ risalto. Il derby? Ci arriviamo con una bella vittoria, che ci permette di avere quattro punti nel girone. Con l’Inter sarà una partita bella e strana. La giocheremo nel migliore dei modi”.

Da un allenatore toscano ad un altro, Luciano Spalletti: “Dopo il 2-0 la squadra è stata brava a reagire – ha dichiarato l’allenatore dello Zenit -. Sul terzo gol siamo stati ingenui. Non mi aspettavo la spinta dei terzini del Milan, pensavo di riuscire a reggerla. Poi il momento negativo si vede, perchè tutti gli episodi ti girano contro. Il rigore su Hulk (spinta di Abate nella ripresa, ndr) c’era“.


CLICCA QUI PER ASCOLTARE LA TELECRONACA DI CARLO PELLEGATTI

_______________________

Ultime notizie su Champions League

Tutto su Champions League →