Supercoppa di Spagna: Real battuto a Valencia

Inizia con una sconfitta la stagione del Real Madrid di Bernd Shuster. Nell’andata della Supercoppa di Spagna infatti, le merengues sono state battute dal Valencia per 3-2 allo stadio Mestalla. Sconfitta ribaltabile al ritorno davanti al proprio pubblico, al Santiago Bernabeu, in programma la prossima domenica. Sono gli ospiti a sbloccare il risultato al 14esimo

di



Inizia con una sconfitta la stagione del Real Madrid di Bernd Shuster. Nell’andata della Supercoppa di Spagna infatti, le merengues sono state battute dal Valencia per 3-2 allo stadio Mestalla. Sconfitta ribaltabile al ritorno davanti al proprio pubblico, al Santiago Bernabeu, in programma la prossima domenica.

Sono gli ospiti a sbloccare il risultato al 14esimo con il solito implacabile tulipano Ruud Van Nistelroy che riceve in area un lancio lungo di De La Red e, con un diagonale millimetrico, porta in vantaggio immeritatamente i Blancos, fino a quel momento in balia dei padroni di casa. Il Valencia accusa il colpo e cala di ritmo anzichè reagire con veemenza allo svantaggio.

L’idolo di casa, David Villa, si dimena senza trovare sbocchi e, quando finalmente, in chiusura di tempo riesce a rendersi pericoloso, la sorte non lo assiste e la sua conclusione muore all’incrocio dei pali: legno pieno. Si va al riposo con il Real in vantaggio 1-0 che ha subito fino al vantaggio per poi cincischiare fino al fischio dell’arbitro.

Nella ripresa, dopo dieci minuti di studio, il Valencia piazza un uno-due micidiale in tre minuti: al 56esimo l’ex Mata piazza una botta di sinistro sfruttando un cross da destra di Albelda e il “velo” spiazzante di Silva. Poi al 59esimo, il 2-1: è David Villa di testa che fa esplodere lo stadio, con un colpo di testa su cross di Mata che gonfia la rete.

Sembra l’avvio al successo valenciano, e invece, Shuster azzecca il cambio e, il neo-entrato Robben, al posto dell’evanescente Robinho, dà il via all’azione “orange” che coinvolge Van der Vaart, autore di un velo e il solito Van Gol, che trova il pareggio con un forte rasoterra. Van Nistelroy crea, Casillas conserva.

Il risultato generoso per il Real, viene sporcato dal meritato successo locale che si concretizza al minuto 81 quando, Vicente buca Casillas che era stato graziato qualche minuto prima con il sinistro del definitivo 3-2. Bella partita, che ha divertito il pubblico e che ha premiato la squadra che ha giocato meglio, lasciando però aperte le porte alla rimonta dei Galacticos, domenica prossima, al ritorno.