Dramma Bojinov, anche questa stagione è a rischio

Povero Valeri Bojinov: se da un lato la sua vita privata va a gonfie vele essendo diventato da qualche mese addirittura papà, quella professionale è un disastro e non per colpa sua. Da tre stagioni infatti il centravanti bulgaro non vede il campo con regolarità, ma se nell'esperienza juventina la colpa era da imputarsi a Didier Deschamps, nella sua nuova avventura al Manchester City è il fato avverso che ha messo il bastone fra le ruote alla sua carriera perennemente in ascesa.

Voluto da Shinawatra e da Eriksson per rimpolpare l'attacco dei Citizens insieme a Rolando Bianchi, il 22enne bulgaro iniziò nel peggiore dei modi la sua avventura nella città inglese con un infortunio alla terza partita di campionato, nel derby contro lo United: era il 19 agosto di un anno fa e gli saltarono i legamenti del ginocchio, cosicché fu costretto a saltare l'intera stagione. A marzo rilasciò una intervista in cui si diceva ottimista e felicissimo di far parte del Manchester City che, nonostante l'infortunio, non aveva smesso di incoraggiarlo.

Stagione nuova, vita nuova: Valeri effettua tutta la preparazione estiva e nell'amichevole di lusso contro il Milan sigla lo splendido gol vittoria sotto la traversa contro l'incolpevole Dida. Non c'è più Eriksson, ma Mark Hughes, un tipo tosto che apprezza il carattere e la sfrontatezza del giovanotto bulgaro; ma ancora una volta il destino avverso è dietro l'angolo: nel riscaldamento pre-partita del match contro l'Aston Villa, valevole per la prima giornata di Premier League, Bojinov sente un dolore forte e sordo dietro il piede. Il suo tendine d'Achille ha fatto crack.

Lo stesso infortunio patito da Claudio Bellucci della Sampdoria lo scorso 11 maggio contro il Palermo: l'intervento in questi casi si rende necessario e i tempi di recupero non sono inferiori ai sei mesi. Nuova tegola dunque per l'ex leccese, ma il suo allenatore Mark Hughes è sicuro che supererà anche questo ostacolo: "Per lui si prospetta un altro periodo molto difficile, ma la sua personalità e il suo carattere gli saranno di grande aiuto: è un grande combattente". Per cui ancora una volta in bocca al lupo a Valeri Bojinov!

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: