Chievo scatenato: arrivano Langella e Pinzi


Non poteva augurarsi rinforzi migliori Giuseppe Iachini, pronto per iniziare la sua seconda stagione da allenatore del Chievo Verona: nella serata di ieri, con una trattativa lampo e inattesa, la dirigenza veneta ha messo sotto contratto due giocatori dell'Udinese. Il primo è Antonio Langella, svincolatosi a fine stagione dall'Atalanta e giunto a Udine a parametro zero; dopo la preparazione coi friulani ha accettato il trasferimento poco più a sud, in Veneto, con il benestare del trainer bianconero Marino.

Non meno clamorosa è la dipartita di Giampiero Pinzi, corteggiato per tutta l'estate dal Torino: come spesso accaduto in questi mesi a Cairo e soci, alla fine la loro preda è finita nelle grinfie di terzi. Il centrocampista 27enne ha infatti raggiunto Veronello ed è a tutti gli effetti un giocatore clivense, da subito agli ordini di mister Iachini. La società di Campedelli, che già aveva acquistato Sorrentino in porta dal Recreativo Huelva, ma anche Frey e Scardina in difesa, Patrascu, D'Anna e Grippo a centrocampo, è ora alla ricerca di una punta.

Nei giorni scorsi era circolato il nome di Marco Di Vaio, sul quale pare ora sia in pole position il Bologna, alle prese anche con l'infortunio di Marazzina. Per cui la società veneta ha spostato le sue attenzioni su Papa Waigo, il senegalese ex Cesena, Genoa e Fiorentina, e su Pablo Mariano Granoche, uruguaiano che ben ha impressionato l'anno passato a Trieste. Non si placano, infine, le attenzioni per Andreolli in difesa, anche se il veterano Gaetano De Rosa potrebbe alla fine risultare l'ultimo tassello per la retroguardia. Certo è che Langella e Pinzi sono due ottimi rinforzi per una squadra che ha mantenuto l'ossatura dello scorso anno, quando vinse senza eccessivi patemi il campionato di Serie B.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: