Dopo il no per Ivanovic, il Milan piomba su Senderos

Philippe Senderos nel mirino del Milan

Il guerriero che vedete in foto risponde al nome di Philippe Sylvain Senderos, classe 1985. E' un possente difensore centrale di 1m e 90 per quasi 90Kg di peso forma di nazionalità svizzera (nasce a Ginevra, da madre serba e padre spagnolo). E' il pilastro della nazionale elvetica e, soprattutto, ha soffiato il posto ad un certo Sol Campell, al centro della difesa dell'Arsenal.

Il suo nome è comparso sui taccuini della diregenza del Milan nelle ultime ore, dopo il no del Chelsea per Ivanovic e il sondaggio poco convinto con lo Spartak Mosca per Kovac, 29enne centrocampista che all'occorenza ricopre il ruolo di centrale difensivo. Senderos sarebbe un'alternativa più che valida a questi ultimi.

L'elvetico infatti, pur non essendo un fenomeno e non facendo della velocità il suo punto di forza, è il giocatore che farebbe comodo al Milan. Partendo dal presupposto che, se stanno bene, in mezzo alla difesa giocano Nesta e Kaladze, coppia con pochi rivali in Europa e, che Bonera e Maldini seduti in panchina danno discrete garanzie, il colosso rossocrociato, sarebbe sicuramente un giocatore importante.

Senderos è passato in Premier League nel 2005 dopo essere stato lanciato nel calcio professionistico dal Servette con cui ha giocato 26 partite segnando 3 goal. Con la maglia dei Gunners ha messo insieme 64 gettoni, ipreziositi da 4 reti. Sono proprio queste ultime cifre a destare qualche perplessita: 64 presenze dal 2005 ad oggi sono poche, frutto di diversi infortuni.

Acquistare un giocatore importante, in un ruolo così delicato, dove il Milan ha dimostrato già di avere problemi per quanto riguarda l'affidabilità fisica dei suoi interpreti, ammesso che Wenger sia disposto a trattare, rischiando di averlo spesso fuori uso, quanto è conviente?

E' però altrettando vero che, anche in previosione dell'addio di Maldini, Senderos presumbilmente la terza scelta per il ruolo, con buona pace di Bonera e quindi potrebbe essere comunque un affare. Ma se invece si puntasse sul buon Darmian visto ieri al Trofeo Birra Moretti?

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: