Supercoppa Italiana: si avvicina Inter-Roma

Ormai è un appuntamento fisso del calendario estivo, come il Berlusconi o il Birra Moretti: è la finale della Supercoppa Italiana, match unico che si gioca a San Siro e che vede opposti i campioni d'Italia e i vincitori della Coppa Italia. Quando le due cose coincidono c'è la finalista di Coppa a giocarsi il primo trofeo dell'anno: nelle ultime tre edizioni Inter e Roma si sono affrontate in questo test di lusso, regalando partite piacevole e dal risultato sempre incerto. Due anni fa vinsero i nerazzurri dopo una rimonta pazzesca, da 0-3 a 4-3; l'anno passato la rivincita giallorossa col rigore-vittoria di Daniele De Rossi, siglato nel secondo tempo a termine di una splendida prestazione dei capitolini.

Quest'anno terzo capitolo della sfida, domenica sera. Tutto pronto per il match: l'arbitrò sarà Massimiliano Saccani della sezione di Mantova, le telecamere che riprenderanno la gara saranno quelle della RAI, che si è aggiudicata i diritti in attesa delle prossime offerte per Serie A e Coppa Italia. Le squadre sono cariche, pregne di novità: per Mourinho sarà il battesimo sulla panchina interista, lui che due giorni fa si è detto felice di cominciare finalmente a fare sul serio. Nessuna tensione, solo voglia di iniziare la sua nuova avventura. Ma anche la Roma ha volti nuovi, uno su tutti la Bestia Julio Baptista, brasiliano giunto via Real Madrid che potrebbe esordire sin dal primo minuto.

L'ex blancos dovrebbe infatti sostituire Francesco Totti, ancora acciaccato ma che comunque dovrebbe partire dalla panchina. Al posto dell'indisponibile Taddei, scalpita Aquilani che ben ha fatto in Nazionale nel test degli Azzurri contro l'Austria. Nell'Inter, oltre all'atteso ex Amantino Mancini, dovrebbe essere della partita Zlatan Ibrahimovic, i cui problemi non sono completamente risolti ma sono in via di miglioramento. E poi Mourinho potrebbe puntare sul neo maggiorenne Mario Balotelli, spavaldo più che mai nelle dichiarazioni pre-partita:

"Abbiamo già vinto. Vinceremo di sicuro perchè siamo in grande forma, è un'Inter fortissima quella che sta nascendo. Non ho paura dei giallorossi, anche se non li ho mai visti giocare quest'anno. Guardo poco la televisione e in queste settimane mi sono concentrato sulle Olimpiadi"

Anche un po' di pepe, dunque, per questa affascinante sfida che vedrà opporsi le maggiori protagoniste degli ultimi anni di calcio italiano.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: