Real Madrid-Valencia 4-2: le Merengues centrano l'impresa e vincono la Supercoppa



Il Real Madrid dopo cinque anni di digiuno torna a vincere la Supercoppa di Spagna e lo fa con un'impresa che i suoi tifosi ricorderanno a lungo. La gara d'andata al Mestalla aveva visto il Valencia imporsi per 3-2, al ritorno gli uomini di Schuster hanno vinto per 4-2 ma il dettaglio che rende il risultato incredibile è che tre dei quattro gol madridisti sono arrivati in nove contro undici per rendere ancora più dolce il sapore di questo trionfo.

Rispetto alla gara d'andata il tecnico tedesco recupera Pepe al centro della difesa e Sergio Ramos alla destra, in panchina si rivede Cannavaro, guarito ma non ancora al top. Diarra è strategicamente posizionato davanti alla difesa mentre dal centrocampo in su troviamo un manipolo di giocatori offensivi con Raul e Van Nistelrooy a fare da terminale offensivo. Unay Emery non cambia niente rispetto all'andata, spazio dunque alla coppia di centrocampo composta dai redivivi Baraja e Albelda, in attacco la rodata coppia Silva-Villa.

L'incontro vede subito il Valencia prendere il sopravvento sul Real e come conseguenza di questo dominio territoriale al '32 arriva il gol del vantaggio: bellissima l'azione fatta tutta di tocchi veloci che porta Silva alla conclusione. Come se non bastasse sette minuti più tardi per i madridisti arriva anche la prima espulsione: a finire sotto la doccia in anticipo è l'olandese Van Der Vaart per un'entrataccia su Mata. Per i ragazzi di Schuster la situazione a fine primo tempo è a dir poco compromessa.

Il Real rientra però in campo motivatissimo e dopo solo quattro minuti pareggia i conti con un rigore di Van Nistelrooy assegnato per un fallo di mano di Albiol. Ma la situazione si complica di nuovo quando tocca ad un altro olandese abbandonare il campo, viene espulso lo stesso autore del gol per un fallo su Baraja. Quando tutto sembra ormai compromesso il Real sale in cattedra e brilla un Robben indiavolato.

Il gol del vantaggio madridista lo sigla Sergio Ramos che insacca raccogliendo una palla rimbalzata sulla traversa colpita da Diarra. Il Valencia accusa il colpo e ne prende un altro, è De La Red l'autore del 3-1 con un bel destro. Il poker lo serve invece Higuain che sfrutta uno svarione di Alexis. Per i valenciani c'è solo la rete dell'orgoglio siglata allo scadere da Morientes che nel frattempo era entrato al posto di Albiol per cercare di recuperare la partita.

Il Real Madrid si aggiudica la sua ottava Supercoppa e inizia nel migliore dei modi la nuova stagione. Notevole il carattere mostrato dalle Merengues che sono riusciti ad uscire vittoriosi in una situazione davvero proibitiva. Per il Valencia tanti rimpianti ma il tecnico Emery, ex Almeria, può comunque stare tranquillo, la sua squadra sembra risorta dopo la pessima stagione marchiata Koeman e il merito è anche suo che ha puntato di nuovo su giocatori che l'olandese aveva accantonato come Baraja e Albelda.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: