Svanito Eto'o, ecco Rivaldo: è lui la stella dell'Uzbekistan


Non ci è dato sapere i termini dell'operazione, ma visti i quasi 40 milioni di ingaggio annuale che il Kuruvchi aveva offerto Samuel Eto'o si può ipotizzare un contratto faraonico per l'ex pallone d'oro brasiliano: Rivaldo sarà un giocatore del Bunyodkor, per qualche ragione oscura alla nostra mente occidentale lo stesso team che cercò il camerunense ma che ora si chiama con un nome diverso. Rivaldo nei prossimi giorni atterrerà a Taškent, capitale uzbeka, e poi si immergerà in questa nuova e singolare avventura.

Eppure solo pochi giorni fa lo vedemmo abbastanza in forma giocare con la maglia giallonera dell'AEK Atene, in un amichevole contro il Bologna: nella capitale ellenica il brasiliano ha disputato la sua ultima stagione, siglando 11 reti in 33 gare, dopo le tre annate all'Olympiakos Pireo (70 presenze e 36 gol, non male). Contro il Bologna era andato anche in gol, pareggiando il vantaggio felsineo di Adailton con un bel fendente sotto la traversa dopo il passaggio delizioso di Juan Fran. Ora è tempo di fare le valige e così spiega la sua scelta ai tifosi ateniesi:

"Chiedo perdono ai tifosi dell'Aek ma non posso rifiutare una proposta del genere. E' stata una decisione dura da prendere ma a fine carriera non potevo non darvi seguito"

Dopo aver calcato i palcoscenici più prestigiosi del calcio mondiale, compreso San Siro con la maglia del Milan e il Camp Nou con quella del Barcellona, il 36enne, già Campione del Mondo col Brasile, ora si accontenterà degli impianti sconosciuti dell'Uzbekistan. Anche se il termine "accontentarsi" pare un eufemismo bello e buono: di sicuro con questo canto del cigno guadagnerà abbastanza, come se ce ne fosse stato bisogno, abbastanza per assicurarsi una pensione dorata. Come criticarlo?

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: