Tutto pronto al Franchi: domani la classica Fiorentina-Juve

Sono passati ben 67 anni dall'unico altro precedente tra Fiorentina e Juventus all'esordio al Franchi: finì 1-1, esattamente come l'ultima sfida giocata dai due club, l'anno scorso. Fervono i preparativi nel capoluogo toscano per l'attesa sfida di domani sera tra i viola e i bianconeri, due club che dopo tanta rivalità sembra stiano riavvicinandosi. La scorsa stagione l'Osservatorio vietò la trasferta ai tifosi della Juve, quest'anno no: merito anche e soprattutto di due dirigenze che sanno usare toni pacati, facendo parlare i risultati.

Entrambe con un recente passato di Serie B, entrambe rinnovate e con un progetto basato sui giovani, la vigilia di questo match è stata caratterizzata da dichiarazioni di pace. Da un lato Diego Della Valle ha annunciato che siederà accanto a Cobolli Gigli con cui dopo andrà anche a cena (i due si conoscono da oltre 30 anni), quindi il numero 1 juventino ne ha approfittato per fare i complimenti agli avversari, svelando con ironia che pochi giorni fa andò in giro per il centro di Firenze e nessuno lo ha picchiato. Ma veniamo alle notizie dell'ultima ora.

La Fiorentina spererà fino all'ultimo di recuperare Mutu, infortunatosi con la Nazionale a un gomito: Gilardino e Santana sono pronti per affiancarlo, nel caso che il rumeno non ce la facesse spazio a Osvaldo. A centrocampo è inamovibile Felipe, mentre accanto a lui si giocano due maglie da titolare Donadel e Almiron a sinistra e Kuzmanovic e Gobbi a destra; la difesa è cosa fatta col duo centrale Gamberini-Dainelli e terzini i nuovi arrivati Vargas e Zauri. Frey in porta.

La Juve invece deve fare a meno della spina dorsale della scorsa stagione: ai box Chiellini e Zanetti, oggi si è aggiunto pure Trezeguet che Ranieri preferisce non rischiare vista anche la sosta. Per cui, oltre a Buffon, spazio a Mellberg e Legrottaglie al centro della difesa con Molinaro e Grygera sulle fasce; a centrocampo obbligata la presenza di Poulsen e Marchisio (Sissoko squalificato dopo il rosso contro la Samp all'ultima giornata), Camoranesi e il recuperato Nedved più larghi. In attacco, assodato Del Piero, è ballottaggio Amauri-Iaquinta.

La sfida, che domani sera sarà affidato all'ottimo Morganti di Ascoli Piceno, è la 70esima tra queste due formazioni in campionato e a Firenze: l'ultimo successo viola risale al 13 dicembre del '98, 1-0 con rete di Batistuta, l'ultimo juventino al 4 dicembre del 2005, 1-2 con gol nel finale di Camoranesi. Il segno X, come già detto, è uscito la scorsa stagione: a Iaquinta, rispose Mutu su calcio di rigore. In generale sono state 18 le vittorie bianconere e 25 quelle viola, con ben 26 pareggi: 76 i gol della Juve, 94 quelli della Fiorentina. Appuntamento a domani sera per aggiornare le statistiche...

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: