Rassegna stampa 17 giugno 2015: prime pagine Gazzetta, Corriere e Tuttosport

Le prime pagine dei quotidiani sportivi in edicola oggi, mercoledì 17 giugno 2015.

Sulle prime pagine di Gazzetta, Corriere e Tuttosport oggi campeggia la sconfitta di ieri sera dell'Italia di Conte che ha chiuso ufficialmente questa stagione del calcio nostrano. Gli azzurri hanno perso 1-0 a Ginevra contro il Portogallo privo di Cristiano Ronaldo, il primo Ko con Antonio Conte in panchina che costerà caro all'Italia: il prossimo 25 luglio, data designata per i sorteggi dei gironi di qualificazione per Russia 2018, l'Italia non sarà testa di serie.

Il titolo principale della Gazzetta dello Sport oggi riguarda il calciomercato dell'Inter. Secondo il giornale rosa i nerazzurri sarebbero infatti vicinissimi al 31enne brasiliano Miranda dell'Atletico Madrid, per il quale sarebbe già pronto un contratto triennale. Nella colonna di sinistra invece trova spazio il Milan, che ieri avrebbe incassato il primo 'no' dal PSG per Zlatan Ibrahimovic. Spazio anche per la Juventus in prima pagina: i bianconeri, sempre in attesa di sapere cosa farà Tevez, avrebbero trovato raggiunto l'accordo con il croato Mandzukic.

Il Corriere dello Sport titola a tutta pagina "Ibrahimovic al Milan, Ora è No". Grande risalto dunque per il colloquio tra lo svedese e lo sceicco qatariota proprietario del PSG, che per il momento gli avrebbe negato il via libera per tornare a vestire la maglia rossonera. Anche in questo caso si parla pure del 'blitz' interista per il brasiliano Miranda. Nella colonna di destra si parla infine di Darmian, per il quale il Napoli avrebbe pronto un piano per strapparlo alla concorrenza.

Il titolo principale di Tuttosport riguarda la Juventus: "...ma Pogba vuole restare". Si tratta di un virgolettato estratto dall'intervista che ieri Beppe Marotta ha rilasciato a margine della sua visita ad Expo. Nella colonna di sinistra c'è invece spazio per l'impresa sportiva della Primavera del Torino che, dopo 23 anni di attesa, ieri ha vinto il campionato battendo ai rigori la Lazio nella finale Scudetto.

  • shares
  • Mail