Scandalo intercettazioni: Moggi non risponde a Borrelli



Lo scandalo continua ma finalmente si comincia a vedere la luce. L'ex pm di mani pulite Saverio Borrelli chiede tre settimane per l'indagine che verrà poi passata alla procuratore federale. Tutto dovrebbe essere deciso per il 15, 20 Luglio al massimo.

Sarà difficile programmare interrogatori "pressanti" per tutti gli indagati. Si cercherà di focalizzare l'indagine sugli arbitri coinvolti, i designatori e la triade bianconera. Intanto trapela una novità: Luciano Moggi, dietro consiglio dei suoi avvocati, sembra non volersi presentare davanti a Borrelli e alla giustizia sportiva in quanto non più tesserato.

Per l'inchiesta sarebbe un duro colpo visto che dalle intercettazioni il vero portagonista sembra proprio essere l'ex ds. Non c'è che dire. Quando il gioco si fa duro... i duri non parlano!

via|calciomercato.com

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: