Catania: sarà Lega Pro con penalizzazione

Dopo lo scandalo, il Catania ripartirà dalla Lega Pro con penalizzazione. Lo riferisce oggi il quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport’, sempre ben addentrato nelle vicende relative alla giustizia sportiva. Dopo aver anticipato con precisione le sentenze di Calciopoli nel 2006, la rosea fa le previsioni in merito allo scandalo che ha travolto il Catania e alcuni suoi tesserati di spicco, su tutti il presidente Antonino Pulvirenti. Dopodomani si aprirà il processo sportivo e il super-procuratore Stefano Palazzi chiederà, in virtù dell’articolo 24 del nuovo Codice di Giustizia Sportiva, pene ridotte nei confronti degli etnei e dei tesserati coinvolti.

Insomma, per aver ammesso le proprie responsabilità e collaborato fattivamente con la giustizia, il Catania se la dovrebbe cavare con una retrocessione in Lega Pro con l’aggiunta di una penalizzazione. Si tratterà di un accordo tra Procura e giudici mai visto prima nell’ambito della giustizia sportiva, nella quale non è consentito il patteggiamento. Pur trattandosi di illecito sportivo, il reato più grave a livello sportivo, Palazzi chiederà secondo la ‘rosea’ una penalizzazione in Lega Pro con una penalizzazione in punti (probabilmente 10) e la squalifica di 5 anni per l’ex presidente rossoazzurro. Uno sconto non da nulla, se si pensa che se si fosse giudicato con il metro precedente il Catania sarebbe molto probabilmente finito in Serie D e Pulvirenti sarebbe stato radiato.

Tutto ciò è stato possibile perché lo stesso Pulvirenti, nel corso dell’audizione davanti al pool dei magistrati sportivi al servizio di Palazzi, ha ammesso tutte le colpe sulle combine contestate nell’ambito dell’inchiesta ‘I treni del gol’, andando addirittura oltre quanto ammesso davanti al Gip e al Pm di Catania. Aiutando la Procura Federale ad ottenere i nomi dei calciatori avvicinati delle altre squadre, Pulvirenti tramite i suoi legali ha potuto così presentare un’istanza richiamando proprio l’articolo 24, che sarebbe stato accolto dal pool di Palazzi. Il pm, dunque, farà richieste leggere, che poi spetterà ai giudici ratificare o meno.

Pulvirenti arrestato

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail