Derby Milan – Inter: moviola al veleno. Allegri accusa Valeri, Moratti e Stramaccioni rispondono

Il derby di Milano, vinto dall’Inter, non è andato giù a Massimiliano Allegri. Sarà l’amarezza per la sconfitta, ma le accuse all’operato dell’arbitro dell’incontro, il signor Valeri, sono dirette ed esplicite. L’allenatore del Milan non ha gradito le decisioni del fischietto di Roma, in più frangenti. La gestione dei cartellini, un rigore non concesso per

di

Il derby di Milano, vinto dall’Inter, non è andato giù a Massimiliano Allegri. Sarà l’amarezza per la sconfitta, ma le accuse all’operato dell’arbitro dell’incontro, il signor Valeri, sono dirette ed esplicite. L’allenatore del Milan non ha gradito le decisioni del fischietto di Roma, in più frangenti. La gestione dei cartellini, un rigore non concesso per una spinta di Samuel, la rete annullata a Montolivo per il fallo di Emanuelson su Handanovic. Troppi episodi.

Visto che non parlo mai degli arbitri, io credo che stasera l’arbitro abbia condizionato pienamente la partita, altrimenti parlate degli arbitri con le altre squadre, quando succede al Milan qualcosa contro non si parla mai. È inutile che stiamo a commentare, dico che l’arbitro è stato sfortunato stasera negli episodi, episodi decisivi, perché credo che il gol fosse valido, che ci fosse il rigore, che ci fosse l’espulsione di Samuel che era ultimo uomo.

Al di là dell’inevitabile sorriso di fronte all’affermazione “degli arbitri non parlo mai“, pleonastica premessa di ogni allenatore che ha tanta voglia di parlarne ed è intenzionato a farlo, Allegri è molto specifico. Gli episodi sono noti a quanti hanno seguito la gara. La palla messa in porta da Montolivo quando Handanovic era a terra ha persino diviso nel giudizio i due commentatori di Sky, Fabio Caressa e Beppe Bergomi, solitamente concordi. Emanuelson ha commesso fallo sul portiere o l’uscita sconsiderata del portiere sloveno non andava premiata con la concessione del fischio a favore? Per Allegri non ci sono dubbi, il gol era buono.

Le Foto del Derby Milan – Inter

Le Foto del Derby Milan - Inter
Le Foto del Derby Milan - Inter
Le Foto del Derby Milan - Inter
Le Foto del Derby Milan - Inter

Striscioni e coreografie

Striscioni e coreografie
Striscioni e coreografie
Striscioni e coreografie
Striscioni e coreografie

Foto | © Getty Images

Non solo, il tecnico del Milan scende nei dettagli e contesta anche un errore “tecnico” quando non ha mostrato il secondo giallo a Juan Jesus allo scadere del primo tempo.

L’arbitro ha fatto un errore tecnico perché ha fischiato la fine del primo tempo 12 secondi prima, perché era 44’ e 48’’, sul fallo di Emanuelson, che era fallo, tra l’altro, di ultimo uomo. Il regolamento va fatto rispettare, perché ci sono state date delle regole per cui i giocatori non possono andare sull’arbitro, non possono alzare le mani, invece stanno facendo tutto il contrario. Questo non è un alibi, questa è solo una constatazione, forse stasera è stato sfortunato nella valutazione di certi episodi. Però, gli episodi stasera sono stati molto eclatanti, perché su Emanuelson, Juan era già ammonito, era ultimo uomo, mancavano 12 secondi.

Per il tecnico sconfitto c’era anche da fischiare il rigore per la trattenuta di Samuel su Robinho nel finale, un rigore che sarebbe valso il rosso per chiara occasione da gol mentre l’espulsione di Nagatomo era “inevitabile”, praticamente l’unica decisione azzeccata, secondo Allegri, da Valeri.

Di parere opposto, ovviamente, Andrea Stramaccioni che si tiene sul generico, dando un giudizio “generale” sull’operato di Valeri.

Credo che l’arbitro abbia arbitrato una partita difficile, ha quattro collaboratori e l’ha arbitrata al meglio delle sue facoltà. Credo che se guardiamo questa partita nel globale dire che è stato penalizzato il Milan e non l’Inter mi sembra oggettivamente opinabile. Non sto parlando di giusto o sbagliato. Nel calcio moderno un’espulsione ti penalizza tanto, a volte è meglio una svita che ti provoca un rigore perché comunque te la giochi.

Anche il Presidente Massimo Moratti commenta, più che gli episodi, le accuse di Allegri stigmatizzando le “certezze” dell’allenatore rossonero:

Al di là del fatto che in una partita ognuno di una squadra vede l’arbitro sempre contro se stessa, quindi solitamente uno si ricorda solo le cose contro e non le cose a favore. Quegli episodi che ho visto, che avete sottolineato, devo dire un attimino di dubbio ce l’avrei su questa sicurezza, sia del gol, sia specialmente del rigore, però io rimango sempre interista, quindi do’ tutta la libertà di scusarmi un po’ se gli altri l’avessero vista così. E’ vero che giocando 45 minuti con un uomo in meno l’abbiamo pagata abbastanza.

Uno strascico polemico notevole, non differente da quello a cui Allegri (risibili premesse di circostanza a parte) ci aveva già abituato lo scorso anno quando il suo Milan si vide superato dalla Juventus e perse lo scudetto.

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →