Calciopoli: la Figc chiederà i danni alla Juventus

Calciopoli non è ancora finita e nonostante Ruggiero Palombo puntualizzi che non ci sia ancora “nulla di ufficiale”, secondo la ‘Gazzetta dello Sport’, la Figc chiederà i danni alla Juventus. Dopo aver tentato con alcuni appelli pubblici di far ritirare il ricorso al Tar presentato dai bianconeri nel 2011 con annessa richiesta danni da ben 443 milioni di euro, la Federcalcio rompe dunque gli indugi: il legale di Carlo Tavecchio sarebbe già al lavoro per portare Andrea Agnelli e il suo club in tribunale, dopo aver letto le motivazioni della sentenza della Cassazione emessa nel mese di marzo scorso.

Tra le righe delle motivazioni della Cassazione, infatti, si legge di un “potere ingiustificato” da parte di Luciano Moggi, che avrebbe ottenuto vantaggi per sé stesso e per la società per la quale lavorava. Un macigno, secondo Tavecchio, che farebbe dunque cadere ogni rimostranza da parte della Juventus, che si è già appellata in passato alla mancanza di parità di trattamento con altre società coinvolte in Calciopoli. Proprio due giorni da, Andrea Agnelli aveva inviato una lettera agli azionisti, facendo il punto sulla gestione sportiva e finanziaria della Juventus, ma rimarcando ancora una volta la necessità di riformare il calcio.

Si è trattato dell’ennesimo attacco, seppur indiretto, proprio a Carlo Tavecchio, che si sarebbe definitivamente convinto a dare mandato ai legali della Figc. Nei mesi scorsi sembrava che i rapporti tra Agnelli e Tavecchio fossero migliorati: dalla chiacchierata in occasione della finale di Coppa Italia Juventus-Lazio, però, è passato tanto tempo e i due si sarebbero dovuti vedere qualche settimana fa a Malta in occasione di un importante evento dell’Uefa. Incontro saltato e ennesimo tentativo di conciliazione fallito. Ora, al lavoro per la Federcalcio ci sarebbe l’avvocato Medugno, con il mandato di leggere le 140 pagine della Cassazione e studiare per bene la richiesta danni da fare nei confronti della Juve.

Carlo Tavecchio

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail