Ibrahimovic il sentimentale: “Tornerei al Milan”

Zlatan Ibrahimovic parla dal ritiro della Svezia: l’attuale idolo del Paris Saint Germain ha parlato della sua ex squadra, il Milan, rivelando che tornerebbe volentieri a vestire il rossonero.

Nove gol in sette partite, Parigi ai suoi piedi e un contratto stratosferico: è un momento magico per Zlatan Ibrahimovic, in questo momento in Svezia per preparare le sfide di qualificazione mondiale con la sua Nazionale; di contro la sua ex squadra, il Milan, quella per cui ha corso, segnato e sudato per due stagioni, ha già perso in 4 occasioni, è 11esima in classifica e in campionato è andata in gol con due soli giocatori, El Shaarawy e Pazzini. Niente da dire, almeno nulla avrebbe da dire Ibra che ha sempre sedotto e abbandonato i tifosi dei club per cui ha giocato salvo poi sposare in pieno la causa dei suoi nuovi colori; col rossonero, però, lo svedese dal cuore di pietra ha fatto un’eccezione se è vero che dalla conferenza stampa scandinava ha parlato del momento no del Diavolo:

“Voglio il meglio per il Milan, stavo molto bene lì, mi sono sentito come a casa. Il Milan è uno dei club in cui vorrei tornare, se potessi scegliere oggi. Di solito non si torna in una vecchia squadra ma vorrei tornare al Milan. E’ un club fantastico. Mi auguro che la squadra faccia bene e torni al successo, posso solo sperare che tutto funzioni per il meglio. Se il Milan ha bisogno di aiuto, allora sanno dove trovarmi”.

Non sembrano le solite parole al miele di un Ibrahimovic capacissimo di farsi amare così come, dall’oggi al domani, odiare da chi prima lo aveva osannato: effettivamente a Milanello era il “reuccio“, con un allenatore totalmente a lui assoggettato (come forse solo Mancini ai tempi dell’Inter) e una squadra al suo servizio. In più lui al Milan voleva restare. Ma, checché se ne dica, ormai il suo capitolo meneghino è chiuso. La prossima tappa di Zlatan sarà Manchester.

Foto | © Getty Images

Ultime notizie su Zlatan Ibrahimovic

Tutto su Zlatan Ibrahimovic →