Juventus-Milan: paura terrorismo, aumentate le misure di sicurezza

La strage di Parigi di venerdì 13 si ripercuote anche sul campionato italiano: Juventus-Milan si giocherà con le misure di sicurezza innalzate quasi all’allerta massima. Nel mirino dei terroristi internazionali potrebbero esserci altri importanti eventi sportivi, visto quanto è accaduto allo Stade de France: se non fosse stato fermato ai tornelli, un kamikaze sarebbe entrato nello stadio mentre era in corso di svolgimento Francia-Germania e sarebbe stata strage.

Tra gli eventi sportivi che potrebbero essere presi di mira dai terroristi dell’Isis, c’è anche Juventus-Milan, big match della 13.a giornata di Serie A. Il ‘Clasico’ italiano, come lo ha definito il centravanti bianconero Alvaro Morata, è dunque una gara a rischio e per evitare brutte sorprese sono state innalzate tutte le misure di sicurezza. Il Prefetto di Torino, Paola Basilone, ha già riunito i vertici delle forze dell’ordine, cui sono già state impartite nuove istruzioni. I controlli saranno più accurati nelle zone della città in cui ci sarà maggiore affluenza, incluso lo Juventus Stadium, che sabato 21 ospiterà il match contro il Milan.

Juve-Milan

Saranno aumentati gli agenti presenti ai tornelli, mentre la Juventus ha già dato la disponibilità ad aumentare il numero degli steward all’interno del proprio impianto. Non è da escludere che sia decisa l’apertura anticipata dei cancelli, in modo tale da ridurre il più possibile eventuali code. Per fortuna, lo Juventus Stadium è lo stadio più all’avanguardia in Italia e grazie ad un sistema di telecamere multifocali, si potrà monitorare l’intero pubblico per tutta la durata dell’evento.

  • shares
  • Mail