De Rossi non parla, Osvaldo sì: “Dispiaciuto per le parole di Zeman” (e non gli dedica il gol)

Nella gara, non brillantissima, dell’Italia in Armenia a risultare decisivi sono due giocatori della Roma, proprio i due esclusi da Zeman nell’ultima partita dei giallorossi in campionato, il successo casalingo con l’Atalanta. Daniele De Rossi e Pablo Daniel Osvaldo hanno avuto un ruolo fondamentale nella vittoria dell’Italia in una partita che si era complicata al

di

Nella gara, non brillantissima, dell’Italia in Armenia a risultare decisivi sono due giocatori della Roma, proprio i due esclusi da Zeman nell’ultima partita dei giallorossi in campionato, il successo casalingo con l’Atalanta. Daniele De Rossi e Pablo Daniel Osvaldo hanno avuto un ruolo fondamentale nella vittoria dell’Italia in una partita che si era complicata al di là di ogni ragionevole pronostico. Il centrocampista ha trovato il gol del vantaggio e poco dopo ha battuto il calcio di punizione diventato assist per la capocciata dell’attaccante italo-argentino che ha garantito un finale di partita tranquillo a Prandelli e ai suoi.

Impossibile non notare la coincidenza: proprio i due calciatori tenuti in panchina dal tecnico boemo perché ritenuti “interessati solo ai fatti loro” e per questo distratti dai loro doveri nei confronti della Roma hanno giocato e segnato con l’Italia diventando i protagonisti del match. Dopo le pesanti dichiarazioni del loro allenatore sullo “scarso impegno” nessuno dei due aveva replicato e De Rossi ha continuato a tenere la stessa linea rifiutandosi di rilasciare alcun tipo di dichiarazione ai giornalisti al termine della gara. L’esperienza, da questo punto di vista, non gli difetta.

Osvaldo, al contrario, si è concesso ai microfoni seppur con la premessa che “non avrebbe parlato della Roma“, ed ha finito per rispondere anche alle domande sul suo rapporto con Zdenek Zeman. Seppur pronunciate con la massima serenità e con il sorriso sulle labbra si tratta di parole che non potranno essere ignorate dall’allenatore e dalla società che gode di illimitata fiducia nei confronti dell’operato del tecnico ceco:

Sono andato in panchina come può succedere a chiunque, ma le parole del mister mi hanno fatto un po’ dispiacere perché credo di essere uno che si impegna al massimo

Le Foto di Armenia – Italia 1-3

Le Foto di Armenia - Italia 1-3
Le Foto di Armenia - Italia 1-3
Le Foto di Armenia - Italia 1-3
Le Foto di Armenia - Italia 1-3

Foto | © Getty Images

Quando Alessandro Alciato di Sky Sport gli ha chiesto se volesse dedicare il gol a Zeman (una domanda a doppio taglio, il più classico dei trucchi da cronista navigato) Osvaldo è stato chiarissimo: “No no, lo dedico a tutte le persone che credono in me“. Una categoria alla quale, evidentemente, Zeman non può appartenere in questo momento.

La situazione rischia di diventare “esplosiva” se non verrà ricomposta la frattura fra l’allenatore e i due giocatori, fondamentali nella rosa dei giallorossi. Fra l’altro, inutile nascondersi dietro un dito, è noto a tutti che l’esclusione di Osvaldo e De Rossi sia arrivata dopo le critiche dei due giocatori al modo in cui Zeman ha impostato (tatticamente e psicologicamente) la partita con la Juventus a Torino finita in una sonora batosta per la Roma.

A questo punto bisognerà capire se l’allenatore si accontenterà di aver “mandato un segnale“, e ricomincerà a schierare i due sin dal prossimo impegno contro il Genoa, oppure se si aprirà definitivamente uno scontro all’interno dello spogliatoio.

Ultime notizie su Allenatori

Tutto su Allenatori →