Livorno, Spinelli sogna Nesta: da Montreal un secco no comment

Sta per finire il campionato dei Montreal Impact e di Alessandro Nesta: Aldo Spinelli ha dichiarato che cercherà di far giocare il difensore romano nel Livorno da gennaio a marzo, prima che ricominci la MLS.

Altre due partite e Alessandro Nesta potrà cominciare a pensare alle vacanze: i Montreal Impact non riusciranno a raggiungere i play-off e per finire la stagione regolare la squadra del Quebec dovrà faticare ancora per 180 minuti (contro Toronto e New England). Il difensore ex Lazio e Milan ha indossato la maglia del Montreal in sette occasioni, esordendo il 28 luglio contro i New York Red Bulls e giocando discrete partite pur non a livelli altissimi. Sull’esempio di Beckham (al Milan) e Henry (all’Arsenal), il presidente del Livorno Aldo Spinelli ha pensato proprio al fuoriclasse capitolino per rimpolpare la difesa amaranto; inutile negare che l’obiettivo dichiarato dei toscani è il ritorno in Serie A, nulla di meglio che affidarsi a Nesta per un paio di mesi:

“In realtà spererei di averlo con noi da ottobre a marzo, quando il loro campionato è fermo. Se si potesse lo vorrei prendere anche ora, ma la notizia che posso dare, adesso, è che la prima o la seconda settimana di gennaio faremo un’amichevole contro il Montreal a Livorno. Con Nesta avversario o compagno? Vediamo… vorrei averlo in rosa. Idea concreta? Sì, per ora non c’è niente, ma speriamo bene”.

Seconda peggior retroguardia della Serie B dietro l’Empoli (15 i gol subiti dai labronici nelle prime 8 uscite stagionali), la sensazione è che Spinelli abbia puntato in alto più per far parlare di sé e della sua squadra che per una reale volontà di accaparrarsi Nesta. Di sicuro l’amichevole con i canadesi è fissata (durante la pausa invernale della B), non solo, a Livorno non si parla d’altro; il sito Quilivorno.it ha provato a contattare il club nordamericano che ha risposto senza giri di parole: “Sono solo voci e noi non vogliamo commentarle“. Spinelli sogna, Livorno è un po’ più realista.

Foto | © Getty Images