Calciomercato Juventus: il piano per Berardi e Morata

Calciomercato Juventus - Massimiliano Allegri, che nei prossimi giorni prolungherà con la Vecchia Signora fino al 2018, avrebbe dato il suo OK per Domenico Berardi. Sul centravanti calabrese del Sassuolo, la Juve vanta un diritto di riacquisto che sarà esercitato a maggio per circa 25 milioni di euro. Lo scrive oggi la ‘Gazzetta dello Sport’, secondo cui la società bianconera avrebbe superato i dubbi sul nazionale Under 21: le qualità del ragazzo non sono mai state in discussione, semmai qualche perplessità ha destato la mancanza di continuità e un caratterino che con la maglia bianconera dovrà inevitabilmente limitare.

Con Berardi, Allegri avrà a disposizione un attacco con ancora più soluzioni: scontata la conferma di Paulo Dybala, dovrebbero fare parte dell’attacco 2016-2017 anche Simone Zaza e Mario Mandzukic. Il nodo è rappresentato da Alvaro Morata, per il quale il Real Madrid sembra voler esercitare il diritto di ‘recompra’: ieri sera il dg Marotta ha ribadito che presto incontrerà i vertici del club spagnolo per discuterne. Secondo la ‘rosea’, la Juventus metterà sul piatto del Real Madrid 25 milioni di euro (che si sommano ai 20 milioni già spesi nel 2014) per “annullare” la recompra. Non sarà facile perché Florentino Perez sembra determinato a riacquistare Morata per 30 milioni, poiché già avrebbe ricevuto offerte da 50-60 milioni per la rivendita: il bomber piace ad Arsenal, Bayern Monaco e Borussia Dortmund.

Domenico Berardi - Calciomercato juventus

Calciomercato Juventus: il futuro di Evra

Dopo Andrea Barzagli, che firmerà presto un biennale, dovrebbe rinnovare anche Patrice Evra: l’esperto terzino francese, 35 anni il prossimo mese, dovrebbe essere bianconero fino ai 37, come conferma il diretto interessato a L’Equipe:

"Sì, mi hanno chiesto di continuare per altri due anni, e ora la decisione è solo mia. Devo ringraziare molto i dirigenti, per come si prendono cura di me, per il rispetto che mi hanno sempre mostrato: davvero toccante. Intanto, però, pensiamo a cose più importanti rispetto al mio contratto: abbiamo uno scudetto e una Coppa Italia da vincere; quando sarà il momento ci troveremo e ne discuteremo, basteranno fra l’altro dieci minuti al massimo per prendere una decisione, qualsiasi essa sia".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail