Italia-Montenegro 2-1: lavori in corso per Lippi che eguaglia Pozzo

Italia-Montenegro 2-1

Quello che contava erano i tre punti. Quattro punti nelle due gare contro Bulgaria e Montenegro erano il minimo sindacale che Lippi era tenuto a portare a casa da questo doppo confronto valido per le Qualificazioni ai prossimi Mondiali di Sudafrica 2010. La partita di ieri sera contro la nazionale di Dejan Savicevic , Presidente della Federazione montenegrina, non sarà di certo ricordata per lo spettacolo espresso, ma ha restituito al calcio italiano e romano, qualche sorriso (Fotogallery).

Tutto di marca giallorossa il tabellino marcatori, con la doppietta di Alberto Aquilani e il momentaneo pareggio di Mirko Vucinic: tutto nel primo tempo. Proprio il centrocampista della Roma è l'unica novità proposta di Marcello Lippi, rispetto alla trasferta di Sofia. Grande avvio azzurro e dopo sette minuti, arriva il goal del vantaggio: cross dalla destra di Pepe su cui smanaccia Poleksic verso il centro dell'area dove piomba Aquilani che, in tap-in mette dentro.

Sembra l'avvio di una goleada e invece, la rete mette il pepe sulla coda dei tenaci avversari che sfiorano il pareggio già al 15esimo, con Zambrotta a respingere sulla riga una conclusione di Zverotic. Il pericolo scampato non scuote gli Azzurri che quattro minuti dopo incassano il pari: fuga solitaria di Vucinic da metà campo senza alcuna pressione, e diagonale di sinistro che non lascia scampo ad Amelia.

Si teme ad una serata di passione per la nostra Nazionale che, invece, torna in vantaggio poco prima della mezzora, ancora con Alberto Aquilani che, raccolto un traversone dalla sinistra di Dossena, fa partire una botta delle sue che, pur toccata da Tanasijevic, si insacca nella rete della porta difesa da Poleksic. 2-1 e respiro di sollievo.

La ripresa, almeno in avvio, è stata abbastanza frizzante con occasioni da una parte e dall'altra senza però costringere agli straordinari i due portieri. L'occasione più ghiotta è ancora dell'Italia gol con un altro romanista, De Rossi che, su cross di Aquilani, manda la palla a stamparsi sul palo. Vittoria meritata ma non esaltante, con il Montenegro spesso a comandare la manovra e che ha lasciato un'ottima impressione.

La vittoria proietta l'Italia a 10 punti, tre in più dell'Irlanda e permette a Marcello Lippi di eguagliare il leggendario Vittorio Pozzo con 30 incontri consecutivi senza subire sconfitte: 18 vittorie e 12 pareggi con in mezzo, un titolo mondiale vinto.

ITALIA-MONTENEGRO 2-1
ITALIA (4-3-3): Amelia; Zambrotta, Cannavaro, Chiellini, Dossena (14' st Bonera); Gattuso, De Rossi, Aquilani (20' st Perrotta); Pepe, Gilardino, Di Natale (dal 30' st Quagliarella). A disp. De Sanctis, Gamberini, Montolivo, Rossi. All. Lippi
MONTENEGRO (4-5-1): Poleksic; Pavicevic, Tanasaijevic, Batak, Jovanovic; Drincic, Boskovic (32' st Bozovic V.), Zverotic (44' st Novakovic), Vukcevic, Jovetic; Vucinic (45' st Damjanovic). A disp. Bozovic M., Jeknic, Bogavac, Burzanovic). All. Filipovic
Arbitro: Oliveira Alves Garcia (Por)
MARCATORI: 8' Aquilani (I), 19' Vucinic (M), 28' Aquilani (I)
NOTE: Angoli: 5 a 2 per il Montenegro. Recupero: 1' e 3'. Ammoniti Gattuso, Vucinic e Tanasaijevic per gioco falloso, Amelia per comportamento non regolamentare. Spettatori 25.000


Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro

Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
Le immagini di Italia-Montenergro
  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: