Milan: sale Pellegrini, Lippi in nazionale

Il Milan scende in campo oggi a San Siro contro il Frosinone con Cristian Brocchi già in discussione. Se i rossoneri non facessero risultato pieno, c’è addirittura chi sostiene possa rientrare Sinisa Mihajlovic fino a fine stagione. Intanto, la società che sta subendo scossoni dal punto di vista del proprio assetto, sta valutando nuove ipotesi per la prossima stagione. Pare ormai scontato, infatti, che Brocchi torni a guidare la squadra Primavera, mentre salgono le quotazioni di un tecnico sudamericano.

Secondo la ‘Gazzetta dello Sport’ di oggi, infatti, Manuel Pellegrini, che ha già ricevuto il benservito dal Manchester City (sarà sostituito da Pep Guardiola) sarebbe in forte ascesa nel borsino dei papabili allenatori del Milan. Il tecnico cileno ha tendenzialmente fatto bene sia in Spagna sia in Inghilterra, confermando di saper sfruttare al meglio anche rose di giocatori non propriamente di primissimo pelo. Potrebbe essere la soluzione ideale per il Milan, che ora non può fare altro che programmare una crescita graduale dopo aver fatto fuori in fila Allegri, Seedorf, Inzaghi, Mihajlovic e praticamente anche Brocchi.

Pellegrini - Milan

Milan: le alternative a Pellegrini

Niente da fare per Marcello Lippi: l’ex allenatore della Juventus e della nazionale italiana campione del mondo, sarebbe infatti stato bloccato dal presidente federale Carlo Tavecchio. A meno di sorprese, sottolinea ancora la ‘rosea’, Lippi sarà il supervisore di tutte le nazionali azzurre, con lo scopo di rendere armonico e legato da un filo logico il lavoro di tutti i ct italiani, dalle giovanili alla nazionale A. Quanto alle altre alternative, appaiono lontane le piste che portano a Vincenzo Montella (potrebbe essere il nuovo ct dell’Italia) e Paulo Sousa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail