Roma-Inter 0-4: poker nerazzurro all’Olimpico

Il posticipo della settima giornata di Campionato ha visto le due squadre che negli ultimi due anni si sono contese lo scudetto giocare una partita dall’alto ritmo, almeno finché il divario dei gol non è diventato scoraggiante per i giallorossi. Il 4-0 è sempre un risultato impietoso per chi lo subisce e la Roma, giocando



Il posticipo della settima giornata di Campionato ha visto le due squadre che negli ultimi due anni si sono contese lo scudetto giocare una partita dall’alto ritmo, almeno finché il divario dei gol non è diventato scoraggiante per i giallorossi. Il 4-0 è sempre un risultato impietoso per chi lo subisce e la Roma, giocando una buona gara, si è dovuta arrendere agli assalti della corazzata milanese guidata da Mr. Zlatan Ibrahimovic (Fotogallery).

Formazioni – I padroni di casa scendono in campo con il solito 4-2-3-1, capitan Francesco Totti ritorna dopo sei mesi di assenza a dividere i doveri d’attacco con Vucinic, alle loro spalle Perrotta e Taddei con i due gioeiellini della Nazionale Aquilani e De Rossi davanti alla difesa; quest’ultima formata per l’ennesima volta in questa stagione da una coppia inedita Juan e Loria con Cicinho e Riise tersini. L’undici di Moratti arriva con il solito Zlatan Ibrahimovic perno centrale attorno al quale girano Quaresma e, per la prima volta da titolare, Obinna. Stankovic, Cambiasso, Muntari a centrocampo. Difesa a quattro con Maicon, Cordoba, Chivu, Zanetti. Doni e Julio Cesar, i due brasiliani a difendere le rispettive porte.

Botto – E’ il quinto minuto quando la partita prende la piega giusta per la squadra di Mourinho: lancio di Cordoba dritto sulla fascia a cercare lo scatto di Zlatan che parte in posizione regolare grazie a una leggerezza di Cicinho, pallonetto a Doni in pazza uscita ed è 1-0. Si potrebbe chiudere il match se solo Maicon finisse la splendida sgroppata cominciata dal centrocampo chiudendo con il gol il triangolo proposto da Obinna. Tentativo fallito, ancora uno a zero e la Roma non perde la testa ma comincia a macinare gioco rinculando l’Inter nella propria metà in svariate occasioni.

Pupone – Francesco Totti, il capitano, indiscutibilmente il migliore dei suoi, c’è e si sente, la squadra gioca attorno a lui e i palloni che smista sono sempre utili. Dalla mezz’ora fino alla fine del primo tempo è solo la squadra di Spalletti a rendersi pericolosa con la conclusione in contropiede di De Rossi e gli scambi tra il dieci giallorosso e il montenegrino Mirko Vucinic. Ma il muro interista funziona e si va negli spogliatoi con la sola perla di Ibra.

Trittico – La ripresa è da shock per la curva romanista. 2-0: suggerimento di Muntari con palla fatta filtrare dal goffo Loria per lo svedesone che supera Juan e Doni in un colpo solo e deposita il mini diagonale in rete. Break della Roma con Cicinho e Aquilani che costringono Julio Cesar all’angolo. Ma ecco il 3-0: rinvio corto della difesa, Dejan Stankovic, stasera ottimo come non lo era da tempo, raccoglie e prontamente lascia partire il missile. Due minuti più tardi il 4-0: gloria anche per il nigeriano Obinna che dalla fascia si accentra e tira potente da fuori, palla oltre Doni ancora una volta.

Allenamento – In undici minuti i nerazzurri chiudono un match di cui non hanno mai dato l’impressione di perdere le redini. Tutto il resto del secondo tempo si gioca a ritmi rallentati come un’amichevole d’Agosto. La Roma effettua i cambi e l’Inter anche, ma nessuno dei nuovi entrati delle due squadre si fa notare. L’ultimo sussulto si ha con il palo del trenino della fascia destra interista nel tentativo di segnare di testa. La Domenica di Campionato si chiude con la difficile posizione in classifica della Roma e il +2 dell’Inter sulle tre seconde.

Tabellino – ROMA-INTER 0-4 (primo tempo 0-1)
MARCATORI: Ibrahimovic al 5’ p.t.; Ibrahimovic al 2′, Stankovic al 9’, Obinna all’11’ s.t.
ROMA (4-2-3-1): Doni; Cicinho, Juan, Loria, Riise; De Rossi, Aquilani; Taddei (dal 30′ s.t. Okaka), Perrotta (dal 32’ Brighi), Vucinic; Totti (dal 14’ Menez). All.: Spalletti.
INTER (4-3-3): Julio Cesar; Maicon, Cordoba, Chivu, Zanetti; Muntari, Cambiasso, Stankovic (dal 33′ Dacourt); Quaresma (dal 23’ Mancini), Ibrahimovic (dal 37’ Cruz), Obinna. All.: Mourinho.
ARBITRO: Rizzoli
NOTE: serata serena, terreno in buone condizioni. Spettatori: 50.000 circa. Ammoniti: Vucinic, Chivu. Angoli 10-7 per l’Inter. Recuperi: 1′ p.t. e 3′ s.t.


Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)

Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)
Le foto di Roma-Inter (0-4)