River Plate e Grande Torino: la maglia rossa una delle più vendute

Esiste un legame storico tra il River Plate e il Torino. Sessant’anni fa il club argentino realizzò uno dei gesti di solidarietà più importanti nella storia del calcio. Il 26 maggio 1949, la squadra si recò nella città di Torino per incontrare una selezione di giocatori italiani riunitisi per l’occasione, dal nome Torino Simbolo. Qualche settimana prima il capoluogo piemontese fu sconvolto dalla tragedia di Superga in cui il Grande Torino fu spazzato via da un incidente aereo.

Appena venuto a sapere dell’incidente, l’allora Presidente del River Plate, Antonio Vespucio Liberti, pensò di organizzare una raccolta fondi per le famiglie delle vittime e una partita tra i due club (che terminò 2-2). In Argentina ad affrontare in campionato la capolista Racing furono lasciate le riserve. Da quel momento e per vari anni a seguire il River non usò più la tradizionale seconda maglia tricolore, bensì quella granata per omaggiare una delle leggende del calcio mondiale. E in questa stagione la tradizione che onora il Torino sembra sia stata ripristinata al club di Buenos Aires.

Lo sponsor tecnico, recita un articolo del sito specializzato Passione Maglie, ha scelto in estate di abbandonare il nero e anche il motivo a strisce verticali, optando per una base rosso-granata-amaranto, la cui tonalità sembra richiamare la maglia del Grande Torino. Una scelta che è piaciuta moltissimo ai tifosi dei Millionairos tanto che la camiseta roja del River Plate è stata la più venduta al mondo tra le maglie "adidas" nella settimana tra il 3 e il 10 Settembre: i tifosi hanno acquistato 4041 pezzi. Molti erano in fila già all'alba del primo giorno perché ai primi 1000 esemplari era riservato uno speciale cofanetto da collezione.

  • shares
  • Mail