Sampdoria: il benservito a Cassano via telegramma

Casano licenziato? Non esiste, anzi sì. È successo un po’ di tutto nella giornata di ieri in casa Sampdoria: il club blucerchiato ha prima smentito le voci di una lite tra Antonio Cassano e l’avvocato Romei, ma ‘Telenord’ ha mostrato un telegramma con il quale è stato comunicato al fantasista barese l’imminente addio e il tam tam è sostanzialmente ripartito da capo.

L’immagine del telegramma pubblicato dall’emittente televisiva sul proprio sito ufficiale non lascia spazio ad interpretazioni. Ecco il testo integrale:

"Gent.le sig. Cassano, tenuto conto delle espressioni offensive ed ingiuriose rivolte al termine della partita Sampdoria vs Genoa all'interno degli spogliatoi, gravemente lesive dell'immagine della società e del suo staff dirigenziale, le intimiamo la risoluzione immediata del contratto di lavoro ex art. 1456 cc. avvalendoci della clausola risolutiva espressa prevista dal punto 8) delle '' altre scritture '' ai sensi dell'art. 3.5 dell'a.c. sottoscritto in data 27/08/2015".

Insomma, Cassano e la Sampdoria sono prossimi al divorzio: se l’ex Inter, Milan, Roma e Parma pensava di chiudere la carriera in blucerchiato, si sbaglia di grosso. Pare ne abbia combinata un’altra delle sue e al termine di questa stagione pagherà con l’allontanamento. Rimarrà a Genova, invece, Vincenzo Montella, che si è chiarito con il disse Carlo Osti e con il presidente Massimo Ferrero: nessuna possibilità che il tecnico blucerchiato lasci per andarsi a sedere sulla panchina della nazionale.

Cassano telegramma

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail