Mihajlovic al Torino, Ventura in nazionale

Il destino di Sinisa Mihajlovic legato a doppio filo a quello di Giampiero Ventura. Come una sorta di effetto domino, dunque, l’addio al Torino del tecnico genovese avvia la successione che dovrebbe essere affidata all’allenatore deluso per l’esonero da parte del Milan. Ventura, che ha ancora un contratto valido fino al 2018 con il club di Urbano Cairo, rescinderà con ogni probabilità per rispondere ad una chiamata che non capita tante volte nella vita, ossia quella della nazionale italiana.

Per diretta conseguenza, ci sarà a quel punto un’altra rescissione, quella di Mihajlovic con il Milan: il tecnico serbo, infatti, avrebbe vinto il ballottaggio con Gasperini per sedersi sulla panchina del Torino. Secondo quanto riferisce ‘Sportmediaset’, l’accordo per la risoluzione consensuale con il Milan ci sarebbe già: tra giovedì e venerdì dovrebbe poi esserci l’annuncio dell’accordo con i granata. Del resto, il rapporto tra la piazza e Ventura era ormai deteriorato e Mihajlovic ha tanta voglia di riscatto dopo aver sostanzialmente fallito il grande salto.

Mihajlovic - Milan

Dopo l’ottima esperienza sulla panchina della Sampdoria, infatti, il tecnico serbo non è riuscito ad affermarsi in un grande club come il Milan, che comunque viene da un ciclo negativo e nemmeno Cristian Brocchi sembra essere riuscito ad invertire la rotta. Il ritorno in una piazza meno esigente e con obiettivi, almeno sulla carta, meno ambiziosi, è probabile che l’ex calciatore di Lazio, Roma e Samp riesca ad esprimere meglio il suo credo calcistico.

  • shares
  • Mail