Inter - Anorthosis 1-0: Adriano mette le firma, nerazzurri in testa al girone



L'Inter corre solitaria anche in Champions League. Dopo la prima fuga in Serie A arriva una vittoria europea su quello che, dopo le prime sorprendenti partite, era diventato l'avversario accreditato per la leadership nel girone: l'Anorthosis di Famagosta. I ciprioti resistono 44 minuti agli attacchi interisti, poi si devono piegare ad Adriano che ripaga la fiducia di Mourinho con il suo 18esimo centro in Europa, buono per arrivare ai 3 punti. (Foto - Video)

Ketsbaia, il tecnico dei ciprioti, propone il solito calcio accorto, quello che quando viene giocato dalle italiane in Europa ci fa guadagnare l'appellativo di profeti del "catenaccio". Centrocampo folto e con chiare direttive di giocare "basso", difesa che ci pensa poco ad uscire dalla trequarti e un'unica punta, Sosin, libero di svariare e offrirsi come prima alternativa per l'appoggio in verticale. Solamente su una punizione dalla distanza Toldo (schierato da titolare per la prima volta dopo due anni in Coppa), dovrà compiere una buona parata.

Il pallino del gioco è saldamente nelle mani nerazzurre per tutto il primo tempo, ma la manovra non produce grandi pericoli per Bequai, questo almeno fino alla mossa di Mourinho che assegna ad Ibrahimovic, mattatore nella magica serata di Roma, il compito di svariare sulla fascia, lo inverte con Amantino Mancini e sposta Adriano a fare il riferimento centrale per l'attacco.

Il gol viene proprio da un'apertura di Ibra che serve Maicon sulla corsia, il brasile è bravissimo a confezionare un assist ben finalizzato dall'Imperatore. Stile Mourinho, il gol decisivo che arriva al momento giusto, nemmeno la necessità di alzare la voce negli spogliatoi visto il privilegio di poter riposare fra i due tempi con un gol di vantaggio.

L'Anorthosis prova una reazione avanzando Savio, ma Toldo non dovrà mai preoccuparsi eccessivamente, soprattutto vista la mira degli attaccanti ciprioti. Mourinho manda in campo Quaresma per Mancini, le occasioni per il raddoppio dell'Inter non mancherebbero ma Ibrahimovic, Muntari e Cruz non riescono a finalizzare. Poco male.

L'unica vera brutta notizia per l'Inter è l'infortunio muscolare di Cambiasso, le sue condizioni saranno da valutare domani dopo gli esami di rito, per il resto la vittoria di stasera consegna un primo posto solitario a quota 7 punti e la possibilità nella prossima gara di chiudere definitivamente il discorso qualificazione.


La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0


La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0

La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0
La Galleria Fotografica di Inter - Anorthosis 1-0

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: