L’Italia nel futuro di Micheal Owen?

Fu un crack nel mondiale francese del 1998: il diciottenne Michael Owen incantò il mondo con la maglia della nazionale inglese e aveva, oltre ai 18 anni, un futuro radioso avanti a sé. Col Liverpool ha vinto in patria e in Europa, nulla di golosissimo però, togliendosi comunque la soddisfazione di vincere il Pallone d’Oro


Fu un crack nel mondiale francese del 1998: il diciottenne Michael Owen incantò il mondo con la maglia della nazionale inglese e aveva, oltre ai 18 anni, un futuro radioso avanti a sé. Col Liverpool ha vinto in patria e in Europa, nulla di golosissimo però, togliendosi comunque la soddisfazione di vincere il Pallone d’Oro nel 2001. Quindi il Real Madrid del galacticos, infine il rientro in patria con la maglia a strisce bianche e nere del Newcastle, sua attuale squadra. Ma ora sembra che il suo destino debba portarlo lontano dai magpies.

Il suo contratto (che ricordiamolo è da favola con circa 7 milioni di euro all’anno nella sua busta paga) è in scadenza: il prossimo giugno sarà svincolata dal Newcastle e ancora non s’è parlato di rinnovo. Il fatto è che Mike Ashley, proprietario del club, pare sia intenzionato a cedere la società agli arabi e il futuro dei giocatori è quantomai incerto; tra questi il mai dimenticato Owen, 28enne che se non avesse avuto una miriade di infortuni avrebbe potuto sicuramente rendere molto di più. Snobbato da Capello e in una squadra dall’incerto destino, Michael si sta guardando intorno. E in Italia ci sono suoi estimatori.

L’Inter di Moratti è la squadra che sembra abbia già formalizzato una sorta di offerta: per il club di Via Durini l’ingaggio non sarebbe un problema considerato il fatto che l’arrivo sui Navigli avverrebbe a parametro zero. Ma il Mirror tira in ballo un’altra squadra, il Genoa di Preziosi che con gli svincolati ha un buon feeling (vedi Thiago Motta o Matteo Ferrari): il contratto faraonico a quel punto sarebbe una bega insormontabile, ma non è escluso che si potrebbe lavorare per una limatina consistente. E al Ferraris già si sogna una coppia incredibile: Milito-Owen

I Video di Calcioblog