Udinese - Roma 3-1: i giallorossi sprofondano nella crisi


Nell'abusato gergo del giornalismo sportivo la trasferta della Roma ad Udine doveva essere "l'ultimo appello", la ripartenza dopo le tre sconfitte consecutive fra campionato e Champions League, ma è arrivata un'altra doccia fredda per il gruppo di Spalletti. L'Udinese travolge i giallorossi, doppietta di Di Natale, gol di Floro Flores. L'arbitro Saccani non aiuta certamente la Roma, ma sarebbe sbagliato e controproducente parlare degli arbitri dando l'alibi ad una squadra che "vanta" la peggior difesa del campionato con 15 reti subite e il peggior andamento in trasferta (4 sconfitte su 4). (Fotogallery - Video)

Il match del friuli si sblocca già al 10' grazie ad un calcio di rigore che Saccani concede per fallo di Tonetto su Floro Flores, Di Natale realizza anche se i replay evidenziano come il fallo sia iniziato fuori dall'area. La Roma può subito dopo reclamare per un atterramento ai danni di De Rossi, probabilmente agganciato da Inler, ma l'arbitro in questo caso lascia correre. La reazione giallorossa è comunque poca cosa. Al 15' Di Natale lancia Floro Flores che brucia Loria (ancora una volta imbarazzante la sua prova) e calcia verso la porta: Doni riesce a deviare il pallone sul palo.

L'azione è il preludio per il doppio vantaggio che arriva ancora una volta sull'asse Di Natale-Floro Flores, l'attaccante napoletano può sfruttare l'ennesima incertezza di Loria, stavolta assistito da Doni impegnato in un'uscita maldestra, e depositare il pallone in rete con una certa facilità. L'Udinese sembra paga del doppio vantaggio, abbassa il baricentro e aspetta di agire in contropiede, ma la voglia di riscatto romanista non alimenta il gioco, sempre lento e abulico, della squadra di Spalletti.

Così l'unica azione da segnalare prima della fine del tempo è un altro episodio dubbio in area bianconera: Domizzi interviene sgambettando Vucinic, il montenegrino cade accentuando: per Saccani è simulazione.

Nella ripresa Spalletti prova a mischiare le carte per provare il tutto per tutto: fuori Loria, dentro Pizarro con De Rossi arretrato in difesa. La giornata però è decisamente storta, l'ennesima di questo inizio stagione della Roma: al 6' l'azione convincente di Perrotta si conclude con un tiro che mette in difficoltà Handanovic, ma sull'immediato capovolgimento di fronte la difesa si fa trovare impreparata e Di Natale può correre palla al piede per 40 metri verso la porta e freddare Doni con un interno destro delizioso. 3-0.

Il copione che prevede l'Udinese difendersi con ordine per provare le ripartenze si ripete fino alla mezzora della ripresa quando Saccani concede un rigore alla Roma, trasformato da Francesco Totti. Solo nell'ultimo quarto d'ora si vede così la reazione giallorossa, ma Handanovic è attentissimo prima sullo stesso Totti, poi su una bella conclusione del francese Menez.

Finisce 3 a 1, per Spalletti e la Roma sono tempi sempre più duri con tre partite nei prossimi 10 giorni (Sampdoria in casa, Juventus a Torino e Chelsea ancora all'Olimpico) che diranno molto, se non tutto, della stagione giallorossa.

La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1

La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1
La Galleria Fotografica di Udinese - Roma 3-1

  • shares
  • Mail