Atalanta-Milan 0-1: i rossoneri sbancano Bergamo e sono ad un passo dalla vetta



Un non bellissimo Milan, dominato dall'Atalanta per lunghi tratti, trova la vittoria a dieci minuti dalla fine grazie ad una giocata di Marco Borriello che inventa per Kakà. Per i cinici rossoneri questi tre punti significano trovarsi ad un passo dalla testa dalla classifica, lo stesso Carlo Ancelotti ha ironizzato ringraziando l'Inter per aver aspettato. Per Luigi Del Neri non può che esserci rammarico per aver disputato una partita perfetta ma che non ha portato punti in classifica (Fotogallery - Video).

L'allenatore di Reggiolo deve rinunciare all'ultimo momento a Clarence Seedorf e lo rimpiazza con Flamini che completa la linea di un centrocampo muscolare ma senza fantasia completato da Ambrosini e Gattuso. In attacco troviamo Borriello in compagnia di Kakà e Ronaldinho. Del Neti opta per Floccari unica punta supportato da Cristiano Doni, per un centrocampo a quattro con Ferreira Pinto, Cigarini, Guarente e Padoin e in difesa linea composta da Garics, Talamonti, Manfredini e Bellini davanti a Coppola.

Nei primi 45 minuti c'è solo l'Atalanta che più volte si presenta al cospetto di Abbiati, le migliori occasioni capitano a Doni che però non è incisivo come al solito. Il Milan semplicemente non perviene, non un tiro in porta e tanta imprecisione: clamoroso il modo in cui Ronaldinho cicca il pallone come se fosse l'ultimo arrivato. L'unico a salvarsi è Marco Borriello che se non altro si sbatte per provare a creare qualcosa. I nerazzurri di Bergamo offrono invece un gioco corale e peccano soltanto di imprecisione negli ultimi metri di campo. A complicare le cose per Ancelotti arriva l'infortunio di Flamini sostituito da Emerson.

La reazione milanista non arriva neanche nella ripresa, anzi è l'Atalanta a continuare a macinare gioco. Al 23° Carlo Ancelotti prova a ambiare le carte in tavola inserendo Pato al posto di un opaco Ronaldinho. Il Milan, pur non incantando, riesce piano piano ad avanzare il baricentro. La svolta arriva a dieci minuti dalla fine quando il caparbio Borriello mette una palla al centro dell'area per l'accorrente Kakà che guarda un attimo la porta e batte Coppola.

L'Atalanta è letteralmente annichilita dal vantaggio del Milan e gli sforzi profusi nei primi 80 minuti fanno sì che manchi la forza per reagire. Alla fine i rossoneri guadagnano tre punti preziosissimi grazie ai quali si portano a ridosso della testa della classifica. Per Del Neri solo i complimenti per l'ottima prestazione che però hanno il sapore di beffa alla luce del risultato, la posizione degli orobici in classifica resta comunque dignitosissima.

ATALANTA-MILAN 0-1 (0-0)
MARCATORE: Kakà al 35' s.t.
ATALANTA: Coppola; Garics, Talamonti, Manfredini, Bellini; Ferreira Pinto (Valdes dal 38' s.t.), Cigarini (De Ascentis dal 28' s.t.), Guarente, Padoin (Cerci dal 38' s.t.); Doni; Floccari. (Consigli, Rivalta, Capelli, Marconi). All. Del Neri.
MILAN: Abbiati; Zambrotta, Bonera, Maldini, Jankulovski; Gattuso (Antonini dal 44' s.t.), Flamini (Emerson dal 29' s.t.), Ambrosini; Kakà, Ronaldinho (Pato dal 23' s.t.), Borriello. (Dida, Inzaghi, Favalli, Shevchenko). All. Ancelotti.
ARBITRO: Farina di Novi Ligure
NOTE: Ammoniti: Guarente e Gattuso per proteste, Bonera, Jankulovski, Cigarini e De Ascentis per gioco falloso. Angoli: 2-0 per l'Atalanta.



Le migliori foto di Atalanta-Milan










  • shares
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina: