Napoli, Hamsik: "Non mi piace essere sostituito, ma lo accetto"

Marek Hamsik è un uomo di poche parole, ma sa sceglierle bene. Anche ieri sera il tecnico Maurizio Sarri ha deciso di sostituirlo dopo poco più di un'ora di gioco, così come è capitato in 9 delle 10 partite stagionali che lo slovacco ha giocato sempre scendendo in campo dal primo minuto. In questo primo scorcio di stagione il capitano azzurro non è mai riuscito a segnare un gol, forse anche a causa delle sostituzioni continue.

Molti giocatori inizierebbero al suo posto a manifestare apertamente il proprio disappunto ma non il laconico Marek che - attraverso il proprio sito ufficiale - pur ammettendo di non gradire particolarmente le sostituzioni, si è schierato ancora una volta al fianco del proprio allenatore e di tutta la sua squadra: "A nessuno piace essere sostituito, ma lo accetto. La stagione è lunga e abbiamo un calendario impegnativo. Dopo la sconfitta con lo Shakhtar Donetsk dovevamo vincere e ci siamo riusciti. La cosa più importante è la vittoria della squadra e sono molto contento perché in nove occasioni su dieci (in realtà 8 su 9 ndr) abbiamo vinto".

Parole da vero capitano, che denotano grande rispetto nei confronti di chi entra dalla panchina per prendere il suo posto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail