Giudice Sportivo: stangata anche la Lazio

Non solo Gilardino. La mano pesante di Gianpaolo Tosel si è abbattuta anche sulla Lazio e precisamente su due calciatori del terminale offensivo biancoceleste: Pasquale Foggia e Stefano Mauri. Tosel, dopo aver letto il referto del signor Banti, arbitro di Lazio-Napoli, ha deciso di fermare per due giornate i due giocatori. La motivazione della sentenza: "Al termine della gara, uscendo dal terreno di giuoco, i due giocatori in questione hanno rivolto all'Arbitro e ad un Assistente espressioni ingiuriose". (elenco completo squalificati)

La Lazio, tramite l'avvocato Gentile, presenterà ricorso per tentare almeno di ottenere una riduzione della squalifica che però, secondo fonti biancocelesti, appare però abbastanza improbabile.

Elenco squalificati
Il giudice sportivo Gianpaolo Tosel, per l’ottava giornata di serie A, ha squalificato per due giornate Gilardino (Fiorentina, dopo aver esaminato la prova televisiva), Foggia e Mauri (Lazio).

Una giornata a Juric (Genoa), Vucinic (Roma, con ammenda di 1.500 euro per “aver simulato di essere stato sottoposto a intervento falloso in area di rigore avversaria; gia’ diffidato”), Ariatti, Fabiano e Tiribocchi (Lecce), Blasi (Napoli), Cirillo (Reggina), Cossu (Cagliari), Curci (Siena) e Jankulovski (Milan).

Le ammende alle società sono di 8.000 euro al Genoa (per cori di “discriminazione etnica” verso un calciatore avversario); 6.000 euro all’Atalanta e 4.000 euro al Torino. Dieci giorni al presidente del Genoa, Enrico Preziosi, per essere entrato negli spogliatoi sebbene inibito: i dieci giorni si sommano alle sanzioni che sono state gia’ inflitte a Preziosi.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: