Milan, Montella dopo il Rijeka: "A volte c'è un po' di ansia"

Ieri sera Vincenzo Montella ed il suo Milan se la sono vista brutta, rischiando di perdere 2 punti preziosi contro il Rijeka. Fortunatamente per il club e per l'allenatore ci ha pensato il giovanissimo Cutrone a sistemare le cose, segnando a tempo scaduto la rete del nuovo e definitivo vantaggio. Vincenzo Montella, intervistato a Milan TV, ha voluto cogliere il lato positivo della sbandata nel finale del match di ieri: "L'orgoglio nel finale di partita contro il Rijeka è la cosa più positiva. Dobbiamo imparare a gestire meglio le gare e quindi a fare più gol. Avremmo dovuto essere più verticali nelle giocate nel secondo tempo. Dobbiamo accelerare nel momento giusto. La partita era in controllo totale, probabilmente abbiamo tutti pensato alla Roma e abbiamo abbassato l'attenzione. E a questi livelli non te lo puoi permettere".

Domenica alle 18 il suo Milan se la vedrà con la Roma allenata dal suo grande amico Di Francesco. Il tecnico si aspetta una nuova reazione positiva da parte dei suoi giocatori: "Mi aspetto una prova di temperamento, più coraggio, più tranquillità e più gioia nel giocare. Mi piacerebbe arrivarci che i ragazzi ci arrivassero con la voglia di giocare con serenità. Sono state fatte delle cose buone, ci sono delle cose su cui lavorare. Abbiamo perso un po' di entusiasmo, anche inconsciamente. Le due sconfitte arrivate forse non ce lo aspettavamo e quindi hanno lasciato un po' di strascichi. Ho dei ragazzi molto disponibili, a volte c'è un po' di ansia. Crescere con la maglia del Milan non è come crescere con altre maglie. Guardiamo step by step".

  • shares
  • Mail