Juve, Allegri: "Higuain e Chiellini contro l'Atalanta"

La Juventus oggi ha sistemato gli ultimi dettagli prima della trasferta di Bergamo in programma domani. Nel calcio moderno le partite vanno preparate in fretta, motivo per il quale contano moltissimo anche le motivazioni dei singoli. Uno di quelli importanti in casa Juventus è sicuramente Gonzalo Higuain, domani titolare contro l'Atalanta come ha ammesso lo stesso Allegri in conferenza stampa: "Per noi è una pedina importante e lo è sempre stata anche quando è partito dalla panchina. Gli anni sono diversi tra loro, quando si chiude un'annata poi si deve ripartire. Ci sono giocatori rimasti dal primo scudetto che meritano fiducia: parlo dei Buffon, Barzagli, Chiellini, Lichtsteiner e Marchisio. Sono un esempio per tutto il gruppo. Gonzalo non si deve accontentare, deve lottare insieme a tutti gli altri. Per noi è importante e lo deve fare. La squadra ha bisogno di lui, domani giocherà. Già in Champions è entrato con un piglio diverso, lo deve mantenere per tutta la stagione".

Per sopperire alla stanchezza, domani Allegri cambierà formazione anche se le sue scelte saranno condizionate dalle assenze: "Domani cambierà qualcosa perché c’è chi ha bisogno di riposare. Chiellini domani sarà della partita, a meno che oggi non succeda qualcosa in allenamento, però qualcosa cambierò. Di sicuro, non giocherà la difesa a 3. Sono contento che ci sia la sosta, così avremo tempo per recuperare qualcuno. Khedira ha un'infiammazione al ginocchio, quindi domani non sarà della partita. Marchisio spero di riaverlo prima possibile, Pjanic spero ci sia contro la Lazio. De Sciglio sta svolgendo il suo programma, Pjaca ed Howedes lo stesso. Se si sta curando con lo Schalke? Abbiamo uno staff medico importante, non c’è bisogno dell’aiuto degli altri. Piano piano li riavremo tutti a disposizione. Per la sfida di domani potrò contare su Matuidi e Bentancur così come su Sturaro e Asamoah. I giocatori per fare una buona gara ci sono".

La partita contro l'Atalanta è una di quelle da giocare con determinazione. I bergamaschi di Gasperini sono sempre molto ostici da affrontare e Allegri lo sa bene: "Giocare a Bergamo è sempre molto complicato, l'Atalanta è una squadra che corre. Sta vivendo un ottimo periodo, ha fatto una bellissima partita giovedì a Lione. Bisognerà farsi valere con la tecnica. Bisognerà tornare a Torino con i tre punti, restando in partita per tutti i 95 minuti. Chi giocherà davanti? Devo valutare Cuadrado, non so se giocherà lui o Douglas Costa o Bernardeschi. Federico deve diventare importante anche giocando ad inizio gara. Sta crescendo, presto potrà partire titolare. Abbiamo bisogno di tutti, soprattutto di forze fresche. Siamo solo all’inizio, ora abbiamo anche la sosta. Dobbiamo sicuramente migliorare nella qualità del gioco e con i singoli giocatori: ma c’è tutto il tempo per farlo".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail