Giudice sportivo: Paratici inibito per insulti al Var, Lazio curva Nord chiusa

Il giudice sportivo Gerardo Mastrandrea ha inibito per due settimane il diesse della Juventus, Fabio Paratici. Il dirigente bianconero, al termine di Atalanta-Juve, ha profferito "frasi gravemente ingiuriose e insultanti nei confronti del Var". Paratici non potrà così “svolgere ogni attività in seno alla Figc a ricoprire cariche federali e a rappresentare la società nell’ambito federale” e dovrà anche pagare un’ammenda da 20mila euro.

Due gare con la curva Nord chiusa per la Lazio: i suoi tifosi, infatti, hanno intonato cori rappresentanti discriminazione razziale nei confronti di Adjapong e di Duncan, giocatori del Sassuolo. Curva chiusa, dunque, per le due prossime gare casalinghe dei biancocelesti, ossia il 22 ottobre contro il Cagliari e il 5 novembre contro l’Udinese. La squalifica è doppia perché la curva della Lazio è recidiva e già pendeva una sospensione condizionale per cori razzisti del derby dello scorso aprile. Allora, il giudice sportivo aveva lasciato aperta la curva Nord della Lazio "con l'avvertenza che, se durante tale periodo sarà commessa analoga violazione, la sospensione sarà revocata e la sanzione sarà aggiunta a quella inflitta per la nuova violazione".

Infine, sono tre i giocatori squalificati in Serie A, tutti per un turno: si tratta di Barreto (Sampdoria), Calhanoglu (Milan) e Zuculini (Hellas Verona).

Paratici inibito Var

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail