Ancelotti riscopre il suo Milan e... l'amore

Quando lo si sorprende col sopracciglio sinistro inarcato vuol dire inequivocabilmente che è seccato: e allora Carlo Ancelotti nell'ultimo periodo non esita a distendere i suoi lineamenti, segno che è sereno. Eh sì, perché il suo Milan ha iniziato a girare come vuole lui nonostante alcune assenze come i centrali di difesa e Pirlo, "che per il nostro gioco è fondamentale e non vedo l'ora che rientri". E allora serenità anche ai giocatori, nessuna severità esasperante alla maniera di Mourinho: "Non sono di manica larga, ma la vita privata dei calciatori non mi interessa. È gente sposata che ha figli, se la possono gestire da sola. A me interessa la disciplina sul campo, il rispetto di certe regole. Poi se un giovane va in discoteca dopo la partita non ci vedo niente di male".

Ma l'allenatore di Reggiolo non ha riscoperto solo il "suo" Milan, ma anche l'amore. La storica consorte, quella conosciuta giovanissimo e da cui ha avuto i due figli Katia e Davide, sembra proprio che l'abbia mollato; lui non vuole parlarne apertamente ma intanto Luisa non è più nella sua vita: lei alle porte di Parma, lui da single nell'hinterland milanese. Rapporti che i bene informati assicurano siano rimasti civili, ma il caratterino dell'ex moglie è sempre stato risaputo nell'ambiente. Fino a questa estate, quando la rottura è parsa inevitabile; lei pare abbia trovato un uomo nuovo (il suo maestro di tennis?), lui se n'è andato in auto a Bucarest dalla nuova fiamma, la 30enne Marinela Cretu.

Tra una gita in Transilvania e sane abbuffatte nei ristoranti di Bucarest, Carletto ha potuto conoscere meglio la bella rumena incontrata proprio a Milano due anni fa. Lei lavorava nella catena di ristoranti rumeni "Trattoria", che Ancelotti ha provato uno ad uno nella trasferta sul Mar Nero non lesinando autografi ai fan e grande disponibilità con tutti. Ora vorrebbe aprire un ristorante con quel marchio anche a Milano, il tutto affidando la gestione proprio a Marinela. Quando gli si chiede della storia lui nicchia un po' imbarazzato, anzi non evita di aggiungere: "Sto bene con me stesso, anche da solo. Con il calcio non mi annoio. A parte il lavoro in campo, trascorro molte ore studiando e ristudiando le partite, riguardando i filmati. Sì, oggi sto bene anche da solo".

E poi Ancelotti è pur sempre un papà che non perde d'occhio i suoi figli: Katia partecipò ad Amici ed ora fa uno stage all'ufficio stampa del Chelsea date le sue aspirazioni giornalistiche, Davide fa il calciatore e dopo la Primavera del Milan ora è tra i Dilettanti nel Borgomanero. "Geloso di Katia? Non direi. Sospetto che abbia un flirt, ma lo tengo per me. Credo sia un ragazzo italiano. Sì, Katia è un bel tipo solare, energico, come la madre. Dice di voler diventare giornalista. Può sembrare abbia preferenze ma non è così: è che Davide è qui a due passi, e poi gioca al pallone. E questo da un certo punto di vista complica il rapporto padre-figlio".

Ironico e solare, nonostante sia naufragato il matrimonio per Ancelotti non è tempo di inarcare il sopracciglio...

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: