Argentina: ecco le prime convocazioni del nuovo commissario tecnico Maradona

Stasera il nuovo ct dell’Argentina si accomoderà nella tribuna d’onore del Santiago Bernabeu: durante Real Madrid-Juve dovrà visionare attentamente i giocatori della Seleccion albiceleste, sia quelli appena convocati (leggasi Heinze e Gago) che quelli che in futuro potrebbero esserlo (Higuain e Saviola). Di chi stiamo parlando? Ma è ovvio, di Diego Armando Maradona che da

Stasera il nuovo ct dell’Argentina si accomoderà nella tribuna d’onore del Santiago Bernabeu: durante Real Madrid-Juve dovrà visionare attentamente i giocatori della Seleccion albiceleste, sia quelli appena convocati (leggasi Heinze e Gago) che quelli che in futuro potrebbero esserlo (Higuain e Saviola). Di chi stiamo parlando? Ma è ovvio, di Diego Armando Maradona che da oggi sarà in Europa a fare un giro per i campionati del Vecchio Continente per parlare con i “suoi” giocatori. Ieri il suo incarico è diventato ufficiale e così ne ha approfittato anche per diramare le prime convocazioni (qui la lista completa e le conferenza stampa).

Il 19 novembre, a Glasgow contro la Scozia, esordirà in un amichevole che avrà gli occhi del mondo puntati addosso: con lui 20 giocatori militanti tutti in Europa, tra cui 5 “italiani“. Si tratta di Lavezzi e Denis, figli della “sua” Napoli, degli interisti Zanetti e Burdisso e del portiere della Lazio Carrizo; fuori Messi per accordi tra AFA e Barcellona, per cui la federazione si era impegnata a lasciare libero il calciatore per alcune amichevoli in cambio della sua partecipazione alle scorse Olimpiadi. Nella giornata di ieri poi sono stati ufficializzati i nomi degli aiutanti di Maradona: Carlos Bilardo sarà il segretario generale, mentre Sergio Batista e Josè Luis Brown saranno i suoi assistenti.

Dobbiamo guardarci in faccia e dirci alcune cose. Io cerco lealtà assoluta nei miei collaboratori, voglio che siano di ferro e che accettino gli ordini del numero 1, che sono io” le sue parole a riguardo, giusto per mettere subito in chiaro le cose. Ma la sua conferenza stampa è stata pregna anche e soprattutto di altri argomenti: ad esempio la scelta del capitano e il modo in cui gestirà la squadra.

“Mascherano è il calciatore che più si avvicina a quello che è il mio ideale di nazionale, ha tutti gli attributi per essere capitano e lo sarà perchè lavora con la testa, si sacrifica e si preoccupa dei compagni. In generale, i giocatori si distribuiranno sul campo nel miglior modo possibile, tenendo la palla e facendo del calcio un divertimento, mentre fuori dovranno essere i professionisti che sono. Non chiederò loro niente che gli altri non hanno già chiesto”.

Quindi due parole sulle emozioni del Pibe de Oro e sul modo in cui svolgerà il suo compito.

“Quando sono entrato qui ho avuto le stesse sensazioni di quando giocavo, mi si è gonfiato il petto. Da domani però si inizia a lavorare, gireremo il Vecchio Continente per parlare con gli altri e dire loro come la pensiamo. I giocatori che militano all’estero e sono giovani hanno sempre le porte della Nazionale aperte. Dovranno dimostrare impegno e io sarò sempre con gli occhi aperti su di loro”.

Ecco di seguito la lista dei 20 convocati da Diego Armando Maradona:

Portieri: Juan Pablo Carrizo (Lazio) e Sergio Romero (AZ Alkmaar).

Difensori: Nicolás Burdisso (Inter), Fabricio Coloccini (Newcastle), Martín Demichelis (Bayern Munich), Daniel Díaz (Getafe), Gabriel Heinze (Real Madrid) e Javier Zanetti (Inter).

Centrocampisti: Ángel Di María (Benfica), Fernando Gago (Real Madrid), Luis González (Porto), Jonás Gutiérrez (Newcastle), Javier Mascherano (Liverpool), Maximiliano Rodríguez (Atlético Madrid) e José Sosa (Bayern Munich).

Attaccanti: Sergio Agüero (Atlético Madrid), Germán Denis (Napoli), Lisandro López (Porto), Ezequiel Lavezzi (Napoli) e Carlos Tévez (Manchester United).

I Video di Calcioblog