Inter, Adriano di ritorno dopo il periodo di punizione

Poco più di una settimana, tanto è durato il periodo di punizione che Mourinho ha deciso di infliggere al brasiliano. Alla base del provvedimento disciplinare c’erano alcune intemperanze dell’attaccante prima fra tutte la notte brava di domenica dopo il deludente pareggio dell’Inter con il Genoa, ma anche lo scarso impegno in allenamento del giorno successivo.



Poco più di una settimana, tanto è durato il periodo di punizione che Mourinho ha deciso di infliggere al brasiliano. Alla base del provvedimento disciplinare c’erano alcune intemperanze dell’attaccante prima fra tutte la notte brava di domenica dopo il deludente pareggio dell’Inter con il Genoa, ma anche lo scarso impegno in allenamento del giorno successivo. La goccia che ha fatto traboccare il vaso però fu il ritardo in occasione del raduno per la trasferta di Firenze.

Adriano non è stato così convocato per le partite contro Fiorentina, Reggina e Anorthosis. Ora però pare proprio che si giunto il momento per lui di tornare a far parte della distinta dei convocati, il brasiliano nella delicata sfida contro l’Udinese ci sarà abbandonando così la tribuna, sua postazione abituale nelle ultime uscite nerazzurre. Nonostante l’allenatore lo abbia perdonato sembra difficile comunque che gli offrirà anche un posto da titolare, molto più probabile per lui una partenza dalla panchina.

In attacco lo Special One dovrebbe ancora una volta preferire Balotelli e Mancini per dare manforte ad Ibrahimovic. Con il brasiliano in panchina finiranno anche Quaresma e il match winner di coppa Cruz. Piccolo cambiamento anche in difesa dove Burdisso paga la scioccante prova di Champions League con l’esclusione, a comporre la linea arretrata ci saranno Materazzi e Cordoba al centro con Maicon e Maxwell sulle fasce, anche se quest’ultimo potrebbe essere lasciato a riposo visto che da quando è ritornato dall’infortunio ha sempre giocato, se così fosse il suo posto sarebbe occupato da Zanetti.

A riempire il vuoto lasciato dal capitano a centrocampo ci penserebbe poi Stankovic che costituirà il reparto mediano con Vieira e Cambiasso. Per l’Inter la partita con l’Udinese sarà un banco di prova molto importante dopo le recenti deludenti uscite: negli ultimi quattro incontri ufficiali i nerazzurri hanno collezionato soltanto una vittoria, strappata all’ultimo secondo, sul campo della Reggina e poi ben 3 pareggi di cui due a reti bianche in campionato contro Fiorentina e Genoa e uno rocambolesco in Champions League martedì scorso a Cipro.