Inter - Partizan Belgrado 1-0, risultato finale: Palacio decisivo, nerazzurri che rischiano un po', ma meritano

90'+3 - E' Finita! Dopo aver rischiato di andare sotto nel primo tempo (con il palo del Partizan), aver sciupato nella ripresa occasioni incredibili (con Cassano e Palacio) e aver tremato ancora nel finale è il gol di Palacio a cambiare tutto. Inter che vince 1-0 e aggancia il Rubin Kazan a quota 7 punti.

87' - GOOOOOOOOOLLLL INTER!!!! PALACIO!!!! Assist al bacio di Milito, colpo di testa, portiere rivedibile e i nerazzurri sono in vantaggio a 2 minuti dalla fine!

86' - MIRACOLO DI HANDANOVIC!!! Markovic, ancora lui, sempre in contropiede si ritrova a tu per tu con il portiere nerazzurro che lo ferma!

85' - Inter che insiste a caccia del gol partita, ritmi lenti però, un peccato.

Inter - Partizan Belgrado 1-0: Foto della partita (Palacio)

Inter - Partizan Belgrado 1-0: Foto della partita (Palacio)
Inter - Partizan Belgrado 1-0: Foto della partita (Palacio)
Inter - Partizan Belgrado 1-0: Foto della partita (Palacio)
Inter - Partizan Belgrado 1-0: Foto della partita (Palacio)

82' - Il Partizan è alle corde, ma in contropiede il talento Markovic è fermato da Pereira al momento della conclusione.

79' - Prima iniziativa di Milito, prova a piazzare con il destro, la palla finisce fuori.

77' - Ora l'Inter è in pressione, il Partizan punta a difendere lo 0-0, anche in contropiede non sembrano pericolosi.

75' - Fuori Cassano, dolorante ad una caviglia, dentro Diego Milito.

72' - Il Partizan ha notevolmente calato la qualità del suo gioco, il fraseggio messo in mostra non c'è più, ora tante palle lunghe e poca precisione.

66' - L'Inter sta avendo occasioni che non sfruttate potrebbero rappresentare un rimpianto notevole a fine partita. Il Partizan comunque fa fatica a tenere il campo in questa fase, i nerazzurri si fanno sempre più minacciosi.

61' - CLAMOROSO CASSANO!!! Ancora un errore degli attaccanti dell'Inter, stavolta è FantAntonio a calciare alto da posizione favorevole e dopo il liscio di un avversario che l'aveva lasciato libero. Bruttissimo.

59' - Ancora in evidenza Markovic che scappa via sulla fascia, ma stavolta trova Javier Zanetti che avrà anche un'età, ma ha un altro spessore rispetto a Jonathan e gli strappa il pallone.

56' - CHE ERRORE DI PALACIO!!! I nerazzurri vicini al gol, incursione in area con rimpallo che libera l'ex Genoa solo al limite dell'area piccola, l'argentino calcia di prima ma sbuccia il pallone, incredibile.

53' - Palla gol Inter: Jonathan ruba palla in area, appoggio per Silvestre che si trova in posizione molto avanzata, ma il piatto dell'argentino è comodo per Petrovic.

51' - Dentro Javier Zanetti (810° presenza in nerazzurro) e fuori Livaja, Stramaccioni ridisegna la sua squadra.

50' - Ancora un numero del giovane Markovic, questo classe '94 è davvero interessante. Palla che finisce lunga, ma il ragazzino mostra di sapere il fatto suo.

47' - Jonathan ancora in difficoltà, costretto al fallo si guadagna il giallo.

45' - Il Partizan parte subito con un'azione offensiva, i serbi mettono in mostra il loro fraseggio. Non male il possesso palla degli ospiti.

Nessun cambio nell'intervallo. Si riparte.

Inter - Partizan Belgrado 0-0: cronaca primo tempo

45'+1 - Fine primo tempo, 0-0. L'Inter parte meglio, poi il Partizan prende un palo e torna nel match. La partita si fa rognosa ed equilibrata. Non sarà facile aver ragione dei serbi.

45' - Latitano le vere occasioni da gol.

40' - Gara che è divenuta equilibrata, nella fase iniziale del primo tempo sembrava che l'Inter potesse dominare, ma il Partizan è venuto fuori bene.

35' - Colpo di testa di Cambiasso, palla larga.

32' - Rischia la difesa nerazzurra, Silvestre si fa saltare nettamente e abbraccia l'avversario. L'arbitro inizialmente concede il rigore, ma il guardalinee rettifica la decisione indicandogli (giustamente) che il fallo è iniziato fuori area.



31' - Sostituzione Inter: fuori Coutinho che zoppica, dentro Palacio.

31' - Su quel recupero subito da Ostojic Coutinho si è fatto male alla caviglia. Sfortunato.

29' - Altra conclusione Partizan, Mitrovic si libera di Cambiasso e calcia con il sinistro, tiro debole che Handanovic blocca.

25' - Coutinho splendido nel liberarsi di Ostojic, ma il brasiliano tarda la conclusione e lo stesso difensore serbo lo recupera al momento della conclusione.

22' - Partizan galvanizzato dalla grande occasione avuta, mischia in area su incertezza di Cambiasso, ancora pericolo.

20' - PALO PARTIZAN!!! Fiammata improvvisa con Markovic che fa fuori nell'uno contro uno Jonathan con troppa facilità e tira a giro da dentro l'area, Handanovic è battuto, ma la palla batte sul legno e torna in campo. Che brivido!

19' - Nerazzurri tambureggianti, ancora Jonathan sulla destra riesce a liberarsi e mettere in mezzo un pallone rasoterra che attraversa tutta l'area piccola senza trovare deviazioni. Il Partizan in difficoltà.

17' - Ancora bene l'Inter, Coutinho penetra in area, sterzata e palla rasoterra per Cassano che prova il gol di tacco ma viene murato da un difensore. I nerazzurri giocano beme.

12' - Per il momento i temuti ultras serbi si fanno più che altro sentire per il tifo (e i cori d'insulto) ai nerazzurri in un San Siro tutt'altro che esaurito.

10' - Ora l'Inter sembra aver preso decisamente l'iniziativa, il Partizan prova ad aggredire con il pressing, senza successo.

8' - OCCASIONE INTER!!! Ottima azione nerazzurra, palla lunga di Juan Jesus per Pereira che corre sulla fascia, appoggia al centro arretrato per Coutinho che con il piatto manda fuori. Non era complicato centrare lo specchio, errore del brasiliano.

5' - La scelta di Stramaccioni ricade su Cassano anche in Europa League, probabile la staffetta con Palacio, ma l'allenatore sa di dover centrare la prima vittoria in casa in Europa.

4' - Sugli sviluppi dell'angolo che segue la conclusione di Jonathan la palla arriva a Livaja, che spara alto.

3' - Prima conclusione pericolosa per l'Inter: Jonathan all'interno dell'area, in posizione defilata, calcia e costringe Petrovic a mettere in angolo.

2' - Fuga di Coutinho in contropiede, si fa recuperare sullo scatto.

1' - Partiti, Partizan subito aggressivo. Handanovic sul pressing si rifugia in fallo laterale.

Ecco le formazioni ufficiali, Stramaccioni sorprende scegliendo di schierare Cassano dall'inizio con Coutinho e Livaja, c'è anche Mudingayi in mezzo al campo con Pereira.

Inter - Partizan Belgrado: le formazioni ufficiali

Inter: S. Handanovic, M. Silvestre, E. Cambiasso, Juan Jesus, F. Guarin, Mudingayi, Jonathan, Pereira, Coutinho, Cassano, M. Livaja. All. Andrea Stramaccioni

Partizan Belgrado: Petrovic, Volkov, I. Ivanov, M. Ostojic, A. Miljkovic, Smiljanic, Medo, L. Markovic, S. Ilic, N. Tomic, A. Mitrovic. All. Vladimir Vermezovic

Chiudere la pratica o quantomeno mettere un tassello fondamentale in ottica qualificazione. L'Inter di Stramaccioni è riuscita, fin qui, a gestire molto bene il doppio impegno. L'Europa League è un "fastidio" per le italiane e sbagliano. Anche i nerazzurri hanno fatto la scelta di schierare le seconde linee nelle gare del giovedì, ma la differenza, almeno fino ad ora, è che il rendimento è stato sufficientemente alto da garantire il primo posto nel girone in coabitazione con il Rubin Kazan. D'altra parte il sorteggio è stato benevolo con i nerazzurri, al di là dei russi non si può certo sostenere che il Neftci e il Partizan Belgrado siano dei clienti così difficili da gestire.

La conferma di questo ragionamento è attesa questa sera, a San Siro, proprio contro la squadra non ancora incontrata dall'Inter: il Partizan Belgrado. La squadra di Vladimir Vermezovic ha bisogno assoluto di far punti per non salutare in anticipo l'Europa League. Lo 0-0 contro il Neftci e la sconfitta con il Rubin nelle prime due partite l'hanno lasciato all'ultimo posto. Per fare la differenza e provare a rincorrere i russi servirà un'impresa a San Siro.

In campionato i serbi guidano il campionato. Dopo 9 giornate hanno già raccolto 24 punti, 8 vittorie ed una sola sconfitta, e rimangono in vantaggio di 2 lunghezze sulla Stella Rossa. Miglior attacco e miglior difesa, ma il livello della Super Liga non è certamente altissimo. L'Inter pensa già all'impegno con il Bologna che precede il turno infrasettimanale prima di Juventus - Inter di inizio novembre, anche per questo Sneijder è stato risparmiato: non si voglio affrettare i tempi. In avanti è certo l'utilizzo di Coutinho e Livaja, che bene si sono disimpegnati fin qui nella competizione, un modo per far riposare Milito e Cassano e non spremerli troppo. Anche in difesa si dovrebbe rivedere Silvestre e un Cambiasso arretrato al centro della difesa che ben ha figurato a Baku.

Inter - Partizan Belgrado: I precedenti

Sono due i precedenti storici fra Inter e Partizan, ed entrambi molto ben auguranti: nell'edizione 1963/64 di Coppa Campioni e in quella di Coppa Uefa del 1990/91. Nel primo caso i nerazzurri vinsero 2-0 in trasferta e 2-1 in casa, nel secondo caso il 3-0 di San Siro fu sufficiente per farsi bastare l'1-1 del ritorno a Belgrado. La curiosità statistica è che quei due trofei europei sono poi finiti nella bacheca interista: quando i nerazzurri incrociano il Partizan di solito vincono la coppa. Non sarebbe niente male mantenere la tradizione.

La tradizione delle squadre italiane con quelle serbe è in generale positiva, soltanto una volta il Chievo venne eliminato dalla Uefa incrociando la Stella Rossa di Belgrado. Insomma, la storia non fa paura all'Inter, al contrario è uno stimolo.

Inter - Partizan Belgrado: le parole di Stramaccioni

Nella conferenza stampa della vigilia Andrea Stramaccioni sembra conoscere bene l'avversario:

Il Partizan sta dominando il campionato serbo, ha perso una sola partita a inizio stagione, è una squadra costruita per vincere ed ha giovani di grandissima qualità. L'assetto è quello di una squadra propositiva che gioca in velocità ed ha grande qualità. Noi dobbiamo andare in campo per vincere perché giochiamo in casa e vogliamo mettere un tassello importante. In campo andrà una squadra molto motivata che non sottovaluterà l'impegno, come ha sempre fatto l'Inter.

Ovvio che questo non impedirà di affidarsi alle secondo linee.

Inter - Partizan Belgrado: timori per gli ultras serbi

A margine bisogna segnalare i timori che gli ultras serbi creino problemi a San Siro. La polizia serba e quella italiana stanno collaborando già da diversi giorni e ieri un gruppo di 300 tifosi che voleva partire senza biglietto da Belgrado è stata bloccata dalle autorità. Una volta fermati questi facinorosi, che fanno parte del gruppo dei "'zabranjenì" (in italiano i "vietati") non dovrebbero esserci problemi con i cosiddetti 'grobarì (in italiano i "becchini") che animano un tifo organizzato più sano e decisamente meno pericoloso.

Inter - Partizan Belgrado: le probabili formazioni

Inter: S. Handanovic, M. Silvestre, E. Cambiasso, Juan Jesus, F. Guarin, W. Gargano, Jonathan, Y. Nagatomo, Coutinho, R. Palacio, M. Livaja. All. Andrea Stramaccioni

Partizan Belgrado: V. Stojkovic, A. Lazevski, I. Ivanov, M. Ostojic, A. Miljkovic, S. Markovic, Medo, L. Markovic, S. Ilic, N. Tomic, A. Mitrovic. All. Vladimir Vermezovic

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: