-Portoni- aperti per Ronaldo




Secondo i tifosi madridisti servono portoni ben larghi, più che porte per farlo passare; per loro Ronaldo è sempre stato El Gordo, il ciccione.

Non dello stesso avviso è parso Adriano Galliani che, come racconta Yahoo sport, ha apertamente invitato il brasiliano a tornare tra le nebbie milanesi ma, questa volta, per indossare i colori rossoneri.

Una stima quella del Milan verso Ronaldo che pare non subire flessioni, sin da quando il Fenomeno scorrazzava in maglia nerazzurra e calamitava su di sé e sulla perdente Inter, ben più attenzioni di quante ne catturassero i pur vincenti rossoneri.

L'unico sentimento positivo che il Milan mi abbia mai fatto scaturire, risale infatti a quella lunga e sentita lettera di fratellanza che il sito milanista dedicò a Ronaldo, immediatamente dopo il suo secondo e terribile infortunio.

Ben più freddina è la reazione di Giacinto Facchetti, che a commento delle dichiarazioni di addio alle casacche bianche del Fu-fenomeno, si è limitato a dire, prima della sfida con l'Ajax: "Parliamo dei giocatori dell'Inter - ha spiegato -, siamo alla vigilia di una partita importante ed è inutile pensare ai giocatori degli altri.

Per ora non si parla di attaccanti, forse se ne parlerà in futuro
".

Parole di circostanza certo, ma anche una netta differenza tra il caloroso invito di Galliani e lo snobismo di Facchetti; una differenza che riflette gli stati d'animo delle due tifoserie milanesi all'idea di un ingaggio di Ronaldo: i milanisti non ci rinuncerebbero, se non alto perché c'è sempre la possibilità di far rodere i nerazzurri.

Per gli interisti invece, si tratta di una guerra interiore senza quartiere: chi lo vuole perché ancora sogna i suoi dribbling e le sue progressioni, chi giura di cambiare squadra nel caso tornasse e chi non lo vorrebbe, ma piuttosto che vederlo al Milan...

Il problema è: come la pensa Moratti? Tifoso che da solo vale come tutti gli altri messi insieme?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: