Tutte le performance di Josè Mourinho

Senza peli sulla lingua. Di tutto si può dire di José Mourinho tranne che al portoghese manchi il coraggio per dire ciò che pensa. E in un mondo scontato, pieno di appecoronati, ipocrita e falsamente buonista, come quello del calcio italiano e del giornalismo sportivo, è una dote da tenere in considerazione. Al tecnico portoghese

di antonio



Senza peli sulla lingua. Di tutto si può dire di José Mourinho tranne che al portoghese manchi il coraggio per dire ciò che pensa. E in un mondo scontato, pieno di appecoronati, ipocrita e falsamente buonista, come quello del calcio italiano e del giornalismo sportivo, è una dote da tenere in considerazione. Al tecnico portoghese non piacciono gli show televisivi e lo dice apertamente. Ma allo stesso tempo ha la furbizia nel saper catalizzare su di lui tutte le attenzioni mediatiche e nel distogliere l’attenzione e le critiche dei giornalisti sui suoi giocatori. Emblematici gli ultimi screzi televisivi con Sconcerti e Varriale, in cui i contendenti parlano e litigano su tutto tranne che su giocatori e tattiche. (video: tutti gli screzi di Mourinho)

Questione risultati. Negli ultimi tempi molti addetti ai lavori sono stati contagiati dalla “tabellite acute”. E’ un fenomeno che ha colpito soprattutto l’Inter di Mourinho, costantemente presa in esame e paragonata con quella di Mancini, spesso tralasciando un fatto incontrovertibile: Mourinho è al primo anno di campionato italiano, con tutte le difficoltà che un esordio comporta. Si usa paragonare l’Inter di Mourinho con quella di Mancini partendo dalla classifica dello scorso anno e senza tener conto della moltitudine di variabili ingovernabili (ad esempio il calendario), che vengono sistematicamente ignorate.

Un dato è certo: con un pizzico di fortuna che non guasta mai, finora Mourinho sta avendo ragione. L’Inter è prima sia in campionato e che nel girone di Champions League. “Le classifiche di novembre contano poco…” dice il portoghese. Difficile dargli torto; di sicuro, a maggio, in caso di fallimento, sarà giusto che anche lo special one subisca senza fiatare l’onda delle critiche. Critiche, però, basate sui risultati mancati e non sulla monotona solfa della “mancanza di rispetto” per aver mandato Giuseppe Baresi in sala stampa…

L’esordio italiano di Mourinho: “Non sono un pirla!”

Mourinho su Ranieri: “E’ troppo vecchio per cambiare”

Mourinho ancora su Ranieri: “In Inghilterra ci ha messo 5 anni per dire good afternoon”

Mourinho su Beretta: “Difetta in personalità” (al minuto 5.50)

Mourinho su Lo Monaco, ds del Catania: “Conosco il Bayern Monaco, il Gran Premio di Monaco, il monaco tibetano…non conosco Lo Monaco”

Mourinho attacca Sconcerti e Varriale

I Video di Calcioblog