Mughini chiede scusa a Del Piero: “Dissi una inenarrabile porcata”

Giampiero Mughini, giornalista e “simbolo” dei tifosi Juventini, per anni ospite fisso a Controcampo chiede scusa ad Alessandro Del Piero. Soprattutto negli ultimi tre anni, da quando Del Piero offre prestazioni, gol e gesti tecnici superbi con una continuità impressionante, a molti sono rimbalzate in mente le tante critiche ricevute dal Capitano bianconero nel suo

di

Giampiero Mughini, giornalista e “simbolo” dei tifosi Juventini, per anni ospite fisso a Controcampo chiede scusa ad Alessandro Del Piero. Soprattutto negli ultimi tre anni, da quando Del Piero offre prestazioni, gol e gesti tecnici superbi con una continuità impressionante, a molti sono rimbalzate in mente le tante critiche ricevute dal Capitano bianconero nel suo periodo nero, quello dal 98 al 2001, quando sembrava non poter recuperare dal brutto infortunio patito l’8 Novembre 1998 sul campo dell’Udinese.

Non era infrequente in quegli anni sentire pronunciare da stimati commentatori ed esperti una serie di commenti sulla falsariga del: “Del Piero è un giocatore finito, non tornerà più il campione di inizio carriera“. Fra questi c’era, anche se in un modo diverso, anche lo stesso Mughini che pronunciò un giudizio sul “suo” capitano che sembrava un’autentica sentenza:

Non è più in grado di fare l’attaccante, deve fare venti passi indietro come fecero Boniperti e Mazzola, per lui è iniziato l’autunno, la stagione del tramonto.


Queste parole, pensate un po’, risalgono a ben 8 anni fa. Sono di certo particolarmente “impressionanti”, soprattutto dopo aver ammirato il Del Piero che a 34 anni suonati incanta gli stadi italiani ed europei ricevendo standing ovation anche dai tifosi avversari più esigenti e arrabbiati per una sconfitta che sta maturando.

Mughini non ha potuto fare a meno di notare una certa freddezza di Del Piero quando, durante le interviste post-partita rilasciate a Verona, si era unito agli auguri di buon compleanno di Cristina Chiabotto e Maurizio Mosca. Così ha pensato di scrivere un’autentica abiura sul quotidiano Libero.

Presi un abbaglio gigantesco, dissi una grandissima porcata. Scusa Alex, sei il più grande di sempre. Quando domenica scorsa a Controcampo io, Maurizio Mosca e Cristina Chiabotto gli abbiamo fatto gli auguri e i complimenti, ho notato del risentimento nei miei confronti e lo capisco. Perché aveva ragione lui. E adesso voglio chiedergli scusa.

Sarà perdonato da Del Piero?

I Video di Calcioblog