Manchester United: per Hargreaves la stagione è già finita

Owen Hargreaves è un centrocampista inglese nato in Canada: i suoi genitori emigrarono in Nord America all’inizio degli anni ’80 e lui nacque a Calgary, ad Ovest. Seguendo le orme del babbo, che aveva vestito anche la maglia delle giovanili del Bolton, si mise a giocare a pallone col fratello Darren: giovanili dei Calgary Foothills,


Owen Hargreaves è un centrocampista inglese nato in Canada: i suoi genitori emigrarono in Nord America all’inizio degli anni ’80 e lui nacque a Calgary, ad Ovest. Seguendo le orme del babbo, che aveva vestito anche la maglia delle giovanili del Bolton, si mise a giocare a pallone col fratello Darren: giovanili dei Calgary Foothills, quindi l’incredibile chiamata dal Bayern Monaco. Parte coi giovincelli della sua età, poi guadagna un posto in prima squadra e colleziona in 7 anni in Baviera 212 partite con la maglia del club più famoso della Germania. Ecco allora che si aprono le porte della Nazionale inglese e nel 2007 torna in patria, al Manchester United.

La scorsa stagione realizza due gol disputando più di 30 partite, risultando utilissimo all’assetto tattico imbastito da Ferguson. Quest’anno però inizia a duolergli il ginocchio, prima uno, poi l’altro: sono i tendini rotulei a fare brutti scherzi, come Ronaldo o Trezeguet. Hargreaves si reca a Londra, quindi in Svezia, gira di specialista in specialista, ma i pareri degli ortopedici sono discordi: Owen non sa cosa fare. Ecco che decide allora di tornare Oltreoceano; se ne va a Denver, Colorado, dal famoso medico Richard Steadman. Che è intransingente: bisogna operare, entrambe le ginocchia.

Ieri è toccato al ginocchio destro, fra due settimane sarà la volta del sinistro: i medici statunitensi hanno assicurato che il centrocampista inglese tornerà come prima, in fondo ha solo 27 anni. Ma per questa stagione non è recuperabile: per il 2008/09 rimarranno dunque le 3 presenze con la maglia dei Red Devils, due in Premier League e una in Champions, l’ultima delle quali risalente ad inizio ad ottobre. L’augurio che noi tutti rivolgiamo all’anglo-canadese è di rimettersi presto; è un centrocampista modernissimo dotato di intelligenza tattica e ottima visione di gioco, non disdegnando utili ripiegamenti difensivi. Insomma, in bocca al lupo Owen!

I Video di Calcioblog