Dall’Inghilterra pronti 18 milioni per Mourinho

L’avvento degli sceicchi di Abu Dhabi nella Premier League inglese sta oscurando la stella multimilionaria di Roman Abramovich, fino ad oggi considerato quasi onnipotente nel mondo del Calciomercato. Ma i nuovi padroni del Manchester City, dopo il colpo Robinho di questa estate, non si sono risparmiati in proclami e promesse. Negli ultimi mesi si sono

di



L’avvento degli sceicchi di Abu Dhabi nella Premier League inglese sta oscurando la stella multimilionaria di Roman Abramovich, fino ad oggi considerato quasi onnipotente nel mondo del Calciomercato. Ma i nuovi padroni del Manchester City, dopo il colpo Robinho di questa estate, non si sono risparmiati in proclami e promesse.

Negli ultimi mesi si sono fatti i nomi di Kakà, Cristiano Ronaldo, Gigi Buffon, lo stesso Ronaldo, c’è stata la trattativa estiva con il Barcellona per Ronaldinho e si è parlato anche di panchina. L’attuale Mister Mark Hughes non convince e il management del club inglese ha, dopo i nomi noti di Roberto Mancini, l’omonimo Donadoni, ha ora puntato il mirino verso, udite udite, the Special One, Mr Josè Mourinho.

Per l’attuale allenatore interista, pare sia pronto un contratto di 18.5 milioni di euro a stagione pur di persuaderlo a tornare in Inghilterra nella prossima stagione. Che sia dovuto a questa offerta il malumore di Mou, che recentemente ha piagnucolato su come non si senta amato qui in Italia? Che stia preparando il terreno per una fuga clamorosa a fine stagione?

I Video di Calcioblog