Europa League: dura contestazione dei tifosi del Napoli, rifiutate le magliette dei giocatori

Pesante contestazione dei tifosi del Napoli, 162 per la precisione, che hanno seguito la squadra in trasferta a Dnipropetrovs'k per la partita contro il Dnipro. Sul campo i partenopei hanno perso 3-1, anche a causa delle scelte di Mazzarri che ha confermato ancora una volta di disprezzare l'Europa League puntando su una squadra di 11 riserve. Il cammino europeo del Napoli non è comunque del tutto compromesso, ma più per demeriti del Psv che ha pareggiato un po' a sorpresa in casa contro gli svedesi dell'Aik staccando così solo di un punto in classifica gli azzurri.

I 162 tifosi napoletani non hanno apprezzato la prestazione della squadra schierata dal proprio tecnico, colpevole di non aver concesso spazio a nessun titolare dal primo minuto, e per questo motivo hanno più volte intonato il coro "meritiamo di più". A fine partita hanno fatto anche 'peggio' rifiutando le maglie che una parte dei giocatori gli aveva donato per cercare di addolcire la delusione per una sconfitta forse inaspettata. Questa la risposta di Mazzarri ai tifosi:

"I tifosi prima di tutto possono fare sempre quello che vogliono, vanno rispettati. Dico ai tifosi che i ragazzi sono entrati in campo, hanno dato tutto quello che hanno. Certe scelte vanno fatte, quando si devono fare le rose, per esempio a gennaio bisogna provare dei giocatori, se sono già a certi livelli in cui ora il Napoli è arrivato. Di sicuro si sono impegnati, si può riflettere su alcune considerazioni che io sapevo già".

Dnipro - Napoli 3-1: le foto della partita

Dnipro - Napoli 3-1: le foto della partita
Dnipro - Napoli 3-1: le foto della partita
Dnipro - Napoli 3-1: le foto della partita
Dnipro - Napoli 3-1: le foto della partita

Probabilmente i tifosi vorrebbero una squadra più competitiva e stanno ancora smaltendo la cocente delusione per la sconfitta in casa della Juventus di sabato scorso. I due gol incassati nel finale a Torino hanno riportato la tifoseria, e forse anche la squadra e lo staff tecnico, con i piedi per terra dopo aver pensato di aver ormai colmato il gap con i grandi club europei. Anche oggi il Napoli ha dimostrato di non avere le risorse all'interno della squadra per fare un ampio turn over, un grande limite quando le ambizioni e le speranze sono invece enormi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail